Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6335 - Pozzo Uno dei Tanti

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo Uno dei Tanti
Nome principale sloveno
Numero catasto 6335
Numero catasto storico 3667FR
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 31-12-1999
Scopritore Tosone - Daniele
Gruppo scopritore GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Resia
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 049081 - Monte Musi
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5132434,0
Longitudine Gauss-Boaga 2390405,0
Latitudine WGS-84 46° 19' 58,3336" (46,33287045)
Longitudine WGS-84 13° 18' 58,149" (13,31615249)
Latitudine UTM WGS-84 5132410,5
Longitudine UTM WGS-84 370400,7
Quota ingresso 1303
Data esecuzione posizione 06-08-2005
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 9.5
Autore posizione Malandrino Paolo
Gruppo appartenenza GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 8
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 9.5
Dislivello totale 9.5
Quota fondo 1293.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso della cavità è situato sul versante Nord dell'acrocoro del Monte Musi, che segue il franapoggio della monoclinale. La zona è ricoperta da una folta vegetazione e non presenta una grande diversità morfologica del terreno, tanto da non consentire un corretto orientamento.
La strada più breve per giungere nei pressi dell'imbocco della cavità è quello di seguire il sentiero, ormai rifatto dall'Ente Parco, fino alla quota 1280 e quindi dirigersi in direzione NW scendendo a quota 1250.
Nella zona si aprono gli ingressi delle cavità numero 5182-2894FR, 5465-3029FR, 5476-3040FR, 5280-2917FR, esplorate negli anni '90.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità è formata da un unico pozzo, leggermente inclinato, impostato su di una frattura orientata 160°-340°. Sul fondo si sviluppa un'ampia sala che termina in direzione 340° in una fessura impraticabile.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 10-08-1999