Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6300 - Pozzo presso il Meandro Più no che sì

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo presso il Meandro Più no che sì
Nome principale sloveno
Numero catasto 6300
Numero catasto storico 3643FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Chiusaforte
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050024 - Stretti
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5137652,0
Longitudine Gauss-Boaga 2400295,0
Latitudine WGS-84 46° 22' 53,8733" (46,38163147)
Longitudine WGS-84 13° 26' 35,7593" (13,44326648)
Latitudine UTM WGS-84 5137628,3
Longitudine UTM WGS-84 380290,6
Quota ingresso 1690
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 48
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 14
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 48
Dislivello totale 48
Quota fondo 1642
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Il pozzo si apre di fronte all'ingresso del "Meandro Più no che sì " (6299/3642FR), nello stesso canalino, che si trova a 10m dal sentiero che da Casera Goriuda porta al Foran del Muss, sulla destra, di fronte alle pareti basse del Col delle Erbe, nelle quali si apre il "Meandro del Plucia" (1969/816FR).
Descrizione dei vani interni della cavità Profondo pozzo, alla cui base si aprono due piccole cavernette che non presentano nessuna possibilità di prosecuzione. Al momento dell'esplorazione, la parete di discesa era in gran parte coperta da un nevaio pensile, dotato però di buona stabilità.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 06-09-1999