Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6282 - Grotta Orrida a S del Monte Sart

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta Orrida a S del Monte Sart
Nome principale sloveno
Numero catasto 6282
Numero catasto storico 3632FR
Numero totale ingressi 2

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Resia
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050011 - Monte Sart
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5137035,0
Longitudine Gauss-Boaga 2397123,0
Latitudine WGS-84 46° 22' 31,845" (46,37551249)
Longitudine WGS-84 13° 24' 7,9039" (13,40219554)
Latitudine UTM WGS-84 5137011,3
Longitudine UTM WGS-84 377118,7
Quota ingresso 1956
Data esecuzione posizione 17-09-1999
Affidabilità posizione Da verificare
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 8.5
Autore posizione Mikolic Umberto
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 60
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 108
Dislivello totale 108
Quota fondo 1848
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si apre con due ingressi nei pianori al di sotto di q.1990 (CTR), alla base di una paretina.
Descrizione dei vani interni della cavità Per esplorare la cavità è stato disceso il pozzo più settentrionale, di dimensioni ridotte, che si apre di sotto ad una paretina ben levigata. Alla sua base si trova un portale che immette in uno spettacolare pozzo di 26m, dalla sezione di 10m x 4m. Dal lato opposto a quello di discesa, si scorge un ripiano con enormi massi incombenti. Dopo pochi metri di discesa si incontrano delle aperture che immettono in un pozzo parallelo la cui base, alla profondità di -35m, è comune al pozzo di discesa ed è ingombrata da un enorme cumulo di ghiaccio e neve che sprofonda verso Nord in un terzo pozzo, di 11m. Sulla parete opposta a quella di discesa, incombe una colata di ghiaccio che forma un pinnacolo alto circa 4m, la cui base è di diametro pericolosamente ridotto rispetto al corpo. La cavità prosegue con un grande pozzo di 55m, impostato su di una frattura con direzione NNW-SSE. Nella parte iniziale è possibile scendere anche un pozzo parallelo, di 8m, che si ricongiunge al principale in prossimità di un ponte naturale. Verso il fondo, il pozzo si allunga e tramite alcuni ponti naturali si divide in tre parti, tutte occluse da neve e ghiaccio.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 17-07-1999