Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 610 - Grotta presso il Monte Gaia

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso il Monte Gaia
Nome principale sloveno
Numero catasto 610
Numero catasto storico 3010VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110113 - Padriciano
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5056506,0
Longitudine Gauss-Boaga 2431121,0
Latitudine WGS-84 45° 39' 22,3242" (45,65620116)
Longitudine WGS-84 13° 51' 32,8848" (13,85913467)
Latitudine UTM WGS-84 5056483,1
Longitudine UTM WGS-84 411114,8
Quota ingresso 387
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 5.4
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 117.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 71
Dislivello totale 71
Quota fondo 316
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso della cavità è molto ridotto a causa di alcuni grandi massi che lo coprono quasi interamente. Un primo breve salto è seguito da uno scivolo che porta al secondo pozzo, interrotto da vari ripiani e da alcune nicchie concrezionate; il primo tratto è irto di lame e spuntoni, mentre la parte inferiore ha le pareti compatte e levigate. Alla base si diparte una galleria dal suolo argilloso, che porta ad altri due salti; essi collegano due caverne ingombre di materiale di frana e depositi fangosi. In tutta la cavità le pareti sono interessate dalla corrosione, mentre sono molto scarse le incrostazioni calcitiche.
A 7,5m dall'imbocco del pozzo interno di 20m, con un facile pendolo, è possibile raggiungere un piccolo vano sovrastato da un camino obliquo dal quale, tramite una strettoia, si può accedere ad una stanzetta concrezionata, sovrastata da un camino alto 10m. Da questa parte un cunicolo discendente che è lungo 5,5m.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 13-05-1984