Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6094 - Grotta della Scaletta

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta della Scaletta
Nome principale sloveno
Numero catasto 6094
Numero catasto storico 6074VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Monrupino / Repentabor
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110062 - Monrupino
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5062438,6
Longitudine Gauss-Boaga 2426319,4
Latitudine WGS-84 45° 42' 32,2402" (45,7089556)
Longitudine WGS-84 13° 47' 46,9541" (13,79637614)
Latitudine UTM WGS-84 5062415,7
Longitudine UTM WGS-84 406313,3
Quota ingresso 301
Data esecuzione posizione 01-01-2005
Affidabilità posizione 4° gruppo riposizionamento regionale GPS (2005)
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0.6 x 0.6 m
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 2.3
Autore posizione Dal Maso Alberto
Gruppo appartenenza AXXXO - Associazione XXX Ottobre
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 16
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 10.5
Dislivello totale 10.5
Quota fondo 290.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si apre nella stessa dolinetta in cui si trova la "Grotta della Scala" (4219/5339VG); per raggiungerla si segue la carrareccia che porta alla Grotta Lonza (1164/4083VG), e seguirla sino alla fine . Da qui prosegue per un sentierino che passa presso due grandi doline (quella della Lonza e quella successiva, più profonda); dopo un centinaio di metri si arriva ad un bivio: qui si prende a destra e si prosegue per ulteriori 50m, quindi si continua in direzione Nord, ancora per circa 10m, fino a finire nella dolinetta in cui si aprono le due cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità Il pozzo d'accesso (P.5) porta in un ambiente ingombro di blocchi, in parte cementati dalla concrezione, impostato su una frattura orientata secondo WNW-ESE (punti 4-5-6 del rilievo), nel quale si apre uno stretto pozzetto che termina in uno slargo da cui si diparte una bassa galleria riccamente concrezionata, dal fondo formato da argilla asciutta e sfarinata. Sul fondo del pozzetto (p.to 4), è stato aperto, ad Est, un basso passaggio (p.ti 4-7) cui segue un cunicolo sormontato da un camino (p.ti 7-8), che termina con un breve passaggio stretto (p.ti 9-10). A metà di questi, una finestrella intransitabile (p.10), mette in comunicazione con al vicina 4219/5339VG.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 15-08-1998
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso

Data dello scatto: 21-11-2019

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Dal Maso Alberto

Gruppo di appartenenza: AXXXO - Associazione XXX Ottobre

Data dello scatto: 21-11-2019

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Dal Maso Alberto

Gruppo di appartenenza: AXXXO - Associazione XXX Ottobre

Data dello scatto: 21-11-2019

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Dal Maso Alberto

Gruppo di appartenenza: AXXXO - Associazione XXX Ottobre