Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 6079 - Pozzo delle Granate

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo delle Granate
Nome principale sloveno
Numero catasto 6079
Numero catasto storico 3480FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Resia
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050023 - Monte Canin
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5136040,0
Longitudine Gauss-Boaga 2399750,0
Latitudine WGS-84 46° 22' 1,3185" (46,36703293)
Longitudine WGS-84 13° 26' 11,7441" (13,43659559)
Latitudine UTM WGS-84 5136016,3
Longitudine UTM WGS-84 379745,6
Quota ingresso 2146
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 13.8
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 6.2
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 13.8
Dislivello totale 13.8
Quota fondo 2132.2
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dal Bivacco Marussich, si prosegue per l'Alta Via Resiana in direzione del Pic di Carnizza, sino circa a quota 2125. Da qui si attraversa a sinistra, verso il ghiacciaio del Canin, fino a giungere su un bell'altopiano roccioso. Alla sommità di questo, e lungo gli sbalzi sottostanti si aprono gli ingressi di questa ed altre cavità siglate JT.
Descrizione dei vani interni della cavità Pozzo dal fondo occluso da un potente deposito nivale. Tra le pareti e la neve si intravede un proseguimento del pozzo.
All'esterno giacevano, sulla banconata calcarea, una mezza dozzina di alettoni di coda appartenuti a bombe di mortaio.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 04-09-1997