Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5904 - Pozzo CRS 1 96

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo CRS 1 96
Nome principale sloveno
Numero catasto 5904
Numero catasto storico 3355FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Alpi Carniche
Provincia Udine
Comune Pontebba
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 032032 - Creta di Aip
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5157161,9
Longitudine Gauss-Boaga 2383043,0
Latitudine WGS-84 46° 33' 13,8738" (46,55385383)
Longitudine WGS-84 13° 12' 47,8552" (13,2132931)
Latitudine UTM WGS-84 5157138,1
Longitudine UTM WGS-84 363039,2
Quota ingresso 1920
Data esecuzione posizione 08-08-2020
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 5 x 3 m
Tipo ingresso Meandro
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Torre Antonio
Gruppo appartenenza GORTANI - Gruppo Speleologico Carnico M. Gortani
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 50
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 12
Dislivello negativo 8
Dislivello totale 20
Quota fondo 1912
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si trova alla partenza di un'ampia frattura che dalla Creta di Rio Secco scende verso la Valle d'Aip. Si apre con un ampio portale sotto una piccola parete, tra grossi massi, in un'area fortemente carsificata. La si può raggiungere salendo l'evidente frattura per mezzo di un vecchio sentiero militare in disuso, che parte dalla valletta sulla Creta di Rio Secco.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso è un ampio portale, dopo il quale si scende per 12m, fino ad un laghetto ghiacciato. Sul lato opposto all'ingresso scende una colata di ghiaccio che termina nel laghetto stesso, sulla sinistra del quale un passaggio basso immette in un camino che diventa impraticabile dopo 12m.
A lato del portale d'ingresso si apre un piccolo vano che finisce, tra i detriti, con un passaggio inagibile.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 22-07-1996
Foto
Data dello scatto: 08-08-2020

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Torre Antonio

Gruppo di appartenenza: GORTANI - Gruppo Speleologico Carnico M. Gortani

Descrizione inquadratura: Targhetta
Data dello scatto: 08-08-2020

Tipo inquadratura: Interno

Autore foto: Torre Antonio

Gruppo di appartenenza: GORTANI - Gruppo Speleologico Carnico M. Gortani

Descrizione inquadratura: Vista ingresso dall'interno con presenza neve in agosto 2020.
Data dello scatto: 08-08-2020

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Torre Antonio

Gruppo di appartenenza: GORTANI - Gruppo Speleologico Carnico M. Gortani

Data dello scatto: 08-08-2020

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Torre Antonio

Gruppo di appartenenza: GORTANI - Gruppo Speleologico Carnico M. Gortani

Descrizione inquadratura: Esterno, portale di ingresso con targhetta in alto a sx.
Data dello scatto: 08-08-2020

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Torre Antonio

Gruppo di appartenenza: GORTANI - Gruppo Speleologico Carnico M. Gortani

Descrizione inquadratura: Panoramica dal costone verso quota 2049. Foto effettuata dal costone ovest verso il vallone dei piani antichi.