Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 590 - Cavità verticale nel Cret das Specias

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Cavità verticale nel Cret das Specias
Nome principale sloveno
Numero catasto 590
Numero catasto storico 282FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Carniche
Provincia Udine
Comune Prato Carnico
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 031052 - Monte Vinadia
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5155426,0
Longitudine Gauss-Boaga 2345536,0
Latitudine WGS-84 46° 31' 46,4331" (46,52956474)
Longitudine WGS-84 12° 43' 30,0409" (12,72501137)
Latitudine UTM WGS-84 5155402,9
Longitudine UTM WGS-84 325532,9
Quota ingresso 1290
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 6
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 9
Dislivello negativo
Dislivello totale 9
Quota fondo 1290
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità Anche questa cavità rappresenta il prodotto del disfacimento meteorico dei depositi clastici della "Corona di Flaudona" e si riduce a un camino ascendente, di una ventina di metri circa d'altezza, che è impostato lungo un'estesa frattura verticale. Dalle pareti, viscide per l'abbondante stillicidio, i grandi elementi calcarei fra loro caoticamente disposti ricordano la natura clastica del deposito. Grossi blocchi caduti dalla volto hanno suddiviso in due l'originaria apertura che doveva avere un'altezza di circa 12 m.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 10-08-1931