Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5831 - Pozzo 2 sotto il Fortino del Bernadia

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo 2 sotto il Fortino del Bernadia
Nome principale sloveno
Numero catasto 5831
Numero catasto storico 3294FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Tarcento
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 049164 - Chialminis
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5121318,2
Longitudine Gauss-Boaga 2385640,4
Latitudine WGS-84 46° 13' 55,0206" (46,23195016)
Longitudine WGS-84 13° 15' 26,8151" (13,25744864)
Latitudine UTM WGS-84 5121295,0
Longitudine UTM WGS-84 365636,0
Quota ingresso 795
Data esecuzione posizione 26-05-2011
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,5m x 0,4m
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 3
Autore posizione Moro Paolo
Gruppo appartenenza ANF - Associazione Naturalistica Friulana
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 13.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 26
Dislivello totale 26
Quota fondo 769
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Si prende la strada che da Tarcento porta a Sedilis. Arrivati alla chiesa del paese, si imbocca la strada che si inerpica sul Monte Bernadia e che porta al Fortino; superata la Borgata Useunt, circa dopo 1Km, si incontra una stradina bianca che si inoltra nella boscaglia, sulla destra salendo. Si può lasciare la macchina nel piccolo spiazzo a fianco della strada e si prosegue a piedi per 300m, in direzione del fortino. Prima di arrivare ad un piccolo ponte, si sale il pendio sulla destra e si entra nella boscaglia. Dopo pochi minuti di cammino si incontra la prima dolina. Superatala, ci si dirige ad Est, fino ad incontrare una seconda dolina dove, sul versante opposto, si aprono 3 diversi pozzi: il secondo che si incontra è l'ingresso della cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità L'imbocco, tra grossi massi affioranti, è stretto. Dopo un salto di 3m, in corrispondenza di un terrazzino ingombro di materiale detritico, il pozzo si allarga e sprofonda per circa 15m, con una sezione ellissoidale. Il fondo è costituito da detriti e materiale di crollo dove, fra alcuni massi, una stretta apertura dà accesso all'ultimo salto, di 8m circa, il cui fondo, di forma allungata, è costituito a NW da materiale di crollo ed a Sud-Est da fanghiglia. Sono presenti belle colate calcitiche nell'ultimo pozzetto, mentre per il resto della cavità le pareti sono spoglie e molto erose.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 31-10-1995
Foto
Data dello scatto: 26-05-2011

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Moro Paolo

Gruppo di appartenenza: ANF - Associazione Naturalistica Friulana

Data dello scatto: 26-05-2011

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Moro Paolo

Gruppo di appartenenza: ANF - Associazione Naturalistica Friulana