Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5806 - Grotta Nino Prete

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta Nino Prete
Nome principale sloveno
Numero catasto 5806
Numero catasto storico 6000VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 31-12-1995
Scopritore Bone - Natale
Gruppo scopritore CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta
Carta CTRN 1:5.000 110101 - Villa Opicina
Tipo posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5059492,5
Longitudine Gauss-Boaga 2428129,4
Latitudine WGS-84 45° 40' 57,672" (45,68268667)
Longitudine WGS-84 13° 49' 12,6533" (13,82018148)
Latitudine UTM WGS-84 5059469,6
Longitudine UTM WGS-84 408123,3
Quota ingresso 320
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione 5° gruppo riposizionamento regionale GPS (2006)
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,5m x 0,5m
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 2.6
Autore posizione Grillo Barbara
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 137
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 65
Dislivello totale 65
Quota fondo 255
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Si apre sul bordo SW di una dolina, sopra la quale passa la linea elettrica, ad un paio di metri da un sentiero che conduce a Trebiciano. Può essere raggiunta sia percorrendo questo sentiero, sia transitando lungo la carrareccia che fiancheggia l'oleodotto ed abbandonandola per deviare a sinistra dopo circa 100m.
Descrizione dei vani interni della cavità Uno stretto pozzo, impostato su una frattura orientata NW-SE, sbocca dopo 3m su un pozzo di 14m che, dopo qualche metro, si allarga in una caverna ampia e concrezionata. Verso Nord, una breve galleria in salita porta alla base di un camino che è stato messo in relazione con un pozzetto sovrastante, ostruito da materiale lapideo. Verso Ovest, un pozzetto di pochi metri immette nella seconda caverna, anche questa molto concrezionata e sormontata da un camino; un breve scavo in un accenno di cunicolo ha permesso, in questo punto, di forzare una strettoia e di raggiungere una terza sala sul fondo della quale uno stretto cunicolo termina con una fessura intransitabile.
Da questa sala la cavità prosegue per una quindicina di metri in direzione WNW, fino a che argilla compatta e colate calcitiche impediscono di continuare. Sul lato Nord di questa galleria, è stato aperto un passaggio che ha permesso di accedere al pozzo più profondo della cavità, di 25m, ampio e ben concrezionato che termina sopra una colata calcitica che, in direzione NE, si esaurisce in una nicchia sormontata da un camino, mentre verso NW sbocca in una saletta nella quale, con un'arrampicata è stato raggiunto un cunicolo in leggera salita. In questa stessa saletta, verso S, si accede ad un ramo discendente costituito da un meandrino, una caverna e da un cunicolo fangoso.
Alla base del pozzo d'accesso, presso la parete N, si apre un pozzetto che prosegue a N con un cunicolo in salita e a S, dopo un marcato restringimento, con una cavernetta concrezionata,. In basso uno strettissimo pozzo semieroso mette, per ora, fine alla cavità. Possibili prosecuzioni, sia nella cavernetta che alla base del pozzetto, richiederebbero molto lavoro.
La grotta si sviluppa su più piani, dei quali quello più interessante dal punto di vista morfologico è quello superiore; gli ambienti sono stati comunque condizionati da sistemi di fratturazione NW-SE e NNW-SSE.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 10-02-1996
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso

Data dello scatto: 09-06-2012

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Maizan Alberto

Gruppo di appartenenza: SAS - Società Adriatica di Speleologia

Data dello scatto: 09-06-2012

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Maizan Alberto

Gruppo di appartenenza: SAS - Società Adriatica di Speleologia