Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5804 - Pozzo del Mago di Fernetti

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo del Mago di Fernetti
Nome principale sloveno
Numero catasto 5804
Numero catasto storico 5998VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 31-12-1996
Scopritore Prelli - Roberto
Gruppo scopritore CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Monrupino / Repentabor
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110062 - Monrupino
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5061453,6
Longitudine Gauss-Boaga 2427912,7
Latitudine WGS-84 45° 42' 1,1" (45,70030556)
Longitudine WGS-84 13° 49' 1,3" (13,81702778)
Latitudine UTM WGS-84 5061430,7
Longitudine UTM WGS-84 407906,6
Quota ingresso 325
Data esecuzione posizione 07-01-2015
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 5
Autore posizione Prelli Roberto
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 16
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 29.5
Dislivello totale 29.5
Quota fondo 295.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Si apre circa un centinaio di m a SW dal punto in cui la linea elettrica dismessa attraversa il sentiero del Delfino. La cavità si trova in un tratto pianeggiante, a pochi metri da una piccola depressione e ad una decina di metri da una dolina piatta e poco profonda.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità, dalle pareti nude e non troppo solide per i primi 10m, concrezionata per la parte rimanente, si sviluppa lungo una frattura orientata N+5°E-S+5°W. Dopo il pozzo d'accesso, di 5m, si apre il secondo ed ultimo pozzo, nella cui parete SSW una scomoda finestra porta ad un breve ramo che consiste in due piccoli pozzetti paralleli, concrezionati, impostati su frattura NNE-SSW. Poco sopra la finestra, un pertugio immette in un cunicolo ascendente, non percorso sino alla fine.
Il fondo, è formato da materiale clastico misto ad argilla. In alcuni settori del pozzo interno, interessati da abbondante stillicidio, si notano alcuni accenni di ringiovanimento.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 23-03-1996