Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5771 - Pozzo Venerdì 13

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo Venerdì 13
Nome principale sloveno
Numero catasto 5771
Numero catasto storico 5981VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 13-01-1995
Scopritore Non noto -
Gruppo scopritore AXXXO - Associazione XXX Ottobre

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110101 - Villa Opicina
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5059300,1
Longitudine Gauss-Boaga 2428594,7
Latitudine WGS-84 45° 40' 51,6604" (45,68101678)
Longitudine WGS-84 13° 49' 34,2889" (13,82619135)
Latitudine UTM WGS-84 5059277,2
Longitudine UTM WGS-84 408588,5
Quota ingresso 320
Data esecuzione posizione 03-09-2006
Affidabilità posizione 5° gruppo riposizionamento regionale GPS (2006)
Stato ingresso Ostruito
Dimensione stimata ingresso 1m x 0,5
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 17
Autore posizione Grillo Barbara
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 7
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 41.5
Dislivello totale 41.5
Quota fondo 278.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Da Trebiciano si imbocca la strada asfaltata in direzione dell'ex discarica e la si segue per circa 750 metri, sino ad incontrare una carrareccia sulla sinistra. A questo punto si segue una traccia di sentiero, sul lato opposto della carrareccia, per circa 50 metri, quindi si taglia in direzione Sud Est, per 15 metri, sino ad arrivare sul bordo di un avvallamento, sul lato Ovest del quale, in una zona di boscaglia, si apre l'ingresso.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità si sviluppa lungo una frattura con direzione N-S ed è costituita da vani di ridotte dimensioni. L'ingresso, stretto e malagevole, immette in un pozzo di 17m, alla base del quale si apre un secondo pozzo, di 22 metri, a cui si accede scavalcando una lama che ne divide l'imbocco. Il fondo è formato da pietrame di varie dimensioni.
La grotta è stata scoperta un venerdì 13 ed a ciò deve il suo nome.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 06-01-1996
Foto
Data dello scatto: 28-06-2013

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Restaino Marco

Gruppo di appartenenza: SAS - Società Adriatica di Speleologia

Data dello scatto: 28-06-2013

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Restaino Marco

Gruppo di appartenenza: SAS - Società Adriatica di Speleologia

Data dello scatto: 03-09-2006

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Non specificato

Gruppo di appartenenza: RIP.REG. - Riposizionamento Regionale