Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5593 - Grotta la Beffa

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta la Beffa
Nome principale sloveno
Numero catasto 5593
Numero catasto storico 5928VG
Numero totale ingressi 2

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune San Dorligo della Valle / Dolina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110152 - Draga Sant’Elia
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5052040,0
Longitudine Gauss-Boaga 2432360,0
Latitudine WGS-84 45° 36' 58,2084" (45,61616899)
Longitudine WGS-84 13° 52' 33,014" (13,87583722)
Latitudine UTM WGS-84 5052017,2
Longitudine UTM WGS-84 412353,7
Quota ingresso 290
Data esecuzione posizione 06-09-2012
Affidabilità posizione Da verificare
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,5m x 0,5m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 8
Autore posizione Ufficio Catasto
Gruppo appartenenza PRIVATO - Nessun gruppo di appartenenza
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 22
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 20
Dislivello totale 20
Quota fondo 255
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta è situata a circa 100m in direzione Nw dal Cippo Comici, sul Crinale della Val Rosandra. Il primo ingresso si apre subito sotto al sentiero che percorre la cresta, sul versante E del crinale ed è facilmente raggiungibile, mentre il II° si trova sul versante opposto, in parete, a circa 25m dallo stesso sentiero.
Descrizione dei vani interni della cavità Il primo pozzo si presenta inizialmente stretto e, dopo una strettoia ben marcata, si allarga, portando ad uno scivolo franoso. Con un passaggio basso si arriva ad un secondo pozzo, arrampicabile, che prosegue anch'esso con uno scivolo franoso ed una strettoia. Quest'ultima immette in un ambiente meandriforme, di modeste dimensioni, dal quale scende un pozzetto che termina con una strettoia insuperabile. Un cunicolo circolare porta, dopo una decina di metri, al II° ingresso.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 11-07-1995