Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 558 - Grotta sulla sinistra del Torrente Rosandra

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta sulla sinistra del Torrente Rosandra
Nome principale sloveno
Numero catasto 558
Numero catasto storico 2688VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune San Dorligo della Valle / Dolina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110152 - Draga Sant’Elia
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5052227,0
Longitudine Gauss-Boaga 2432502,0
Latitudine WGS-84 45° 37' 4,3309" (45,6178697)
Longitudine WGS-84 13° 52' 39,4486" (13,87762461)
Latitudine UTM WGS-84 5052204,2
Longitudine UTM WGS-84 412495,7
Quota ingresso 128
Data esecuzione posizione 27-05-2004
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,7m x 2m
Tipo ingresso Fessura
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Mikolic Umberto
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 28
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 1
Dislivello negativo
Dislivello totale 1
Quota fondo 128
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'imbocco di questa interessante cavità si apre a monte della Grotta delle Ninfe (565/2687VG), sulla sponda opposta del torrente Rosandra; per raggiungerla bisogna attraversare una grande vasca d'acqua, che nei periodi piovosi raggiunge una profondità considerevole, e risalire un gradino di roccia.
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta si sviluppa con un cunicolo orizzontale quasi rettilineo, scavato da un antico corso d'acqua lungo un giunto di stratificazione; alcuni tratti dalle pareti compatte e levigate e dal pavimento con pochi ciottoli arrotondati, formato dal letto di uno strato, sono decisamente molto belli. Nella parte terminale un camino rompe la regolarità del soffitto e poco più avanti la volta ed il pavimento sono formati da detriti misti ad argilla magra. Un rivolo scorre di solito lungo la parte iniziale della cavità e, in periodi di forti piene, l'acqua esce abbondante dall'imbocco.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 08-12-1956
Foto
Data dello scatto: 06-07-2014

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Petruzzi Marco

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner

Data dello scatto: 06-07-2014

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Petruzzi Marco

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner