Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5469 - Grotta del Solitario

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta del Solitario
Nome principale sloveno
Numero catasto 5469
Numero catasto storico 3033FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Resia
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 049081 - Monte Musi
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5131745,0
Longitudine Gauss-Boaga 2389496,0
Latitudine WGS-84 46° 19' 35,3929" (46,32649803)
Longitudine WGS-84 13° 18' 16,3403" (13,30453897)
Latitudine UTM WGS-84 5131721,5
Longitudine UTM WGS-84 369491,7
Quota ingresso 1690
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 3
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 28.6
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 32.2
Dislivello totale 32.2
Quota fondo 1657.8
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta si apre nella stessa gola in cui sono state individuate una decina di cavità, fra la quali l'abisso X6. La gola è ubicata in direzione 300m ad est dalla cima del Monte Musi.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavtà inizia con un saltino di 3 metri quindi, attraverso una strettoia particolarmente malagevole, si accede al I°pozzo.
Scesi 9m in una condottina inclinata che porta ai vani sottostanti, si possono osservare notevoli fenomeni di incarsimento, evidenziati dalla sezione trasversale X-X' del disegno allegato. Alla fine della condotta si può scendere un pozzo di 18m che dà accesso ad un vano sottostante abbastanza largo. Sul fondo di questo ambiente ingenti quantità di ghiaccio e neve occludono ogni possibile prosecuzione verticale. Esiste una sola possibilità di prosecuzione: attraverso una finestra in direzione SE.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 20-08-1994