Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5459 - Caverna dei Cacciatori

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Caverna dei Cacciatori
Nome principale sloveno
Numero catasto 5459
Numero catasto storico 3023FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Resia
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 049081 - Monte Musi
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5131845,0
Longitudine Gauss-Boaga 2390016,0
Latitudine WGS-84 46° 19' 38,9909" (46,32749748)
Longitudine WGS-84 13° 18' 40,5491" (13,31126363)
Latitudine UTM WGS-84 5131821,5
Longitudine UTM WGS-84 370011,7
Quota ingresso 1570
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 15
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 38
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 18
Dislivello totale 18
Quota fondo 1552
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità è ubicata ad est della cima del Monte Musi, al centro di un vasto circolo. L'ingresso alto e quello mediano sono rsggiungibili in quanto circondati da una folta vegetazione di pini mughi. L'ingresso basso è caratterizzato da un vasto portale che in varie epoche ha offerto ospitalità a cacciatori e pastori del luogo. Si possoni notare dei ruderi di alcuni ripari in pietra.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità, formata da una caverna, è impostata su di una frattura avente direzione NNW-SSE e da un pozzo di 15m di profondità che si sono uniti nel tempo per sfondamento del diaframma che li divideva. Si possono notare sulle pareti i segni di un elevato stato di disgregazione del materiale roccioso.
La naturale continuazione della cavità è data da un piccolo pozzo, segnato sul rilievo con il numero 2, continuazione che risulta ostruita da un'ingente quantità di materiale lapideo.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 01-01-1994