Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5441 - Pozzo 94R1 sul Monte Robon

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo 94R1 sul Monte Robon
Nome principale sloveno
Numero catasto 5441
Numero catasto storico 3005FR
Numero totale ingressi 2

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Tarvisio
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050034 - Monte Cergnala
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5137917,0
Longitudine Gauss-Boaga 2405822,0
Latitudine WGS-84 46° 23' 5,8936" (46,38497045)
Longitudine WGS-84 13° 30' 54,1805" (13,51505014)
Latitudine UTM WGS-84 5137893,2
Longitudine UTM WGS-84 385817,5
Quota ingresso 1900
Data esecuzione posizione 07-08-1994
Affidabilità posizione Da verificare
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 11
Autore posizione Gardel Marco
Gruppo appartenenza CSIF - Circolo Speleologico Idrologico Friulano
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 15
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 13.8
Dislivello totale 13.8
Quota fondo 1886.2
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dal bivacco speleologico Modonutti-Savoia (Sella Robon) si prende la mulattiera di guerra che porta verso la sommità del monte Robon. Dalla mulattiera si può vedere una bassa paretina di faglia sulla sinistra che impedisce di vedere la sommità del m. Robon; la cavità si apre proprio sulla base di detta paretina (caratteristico un piccolo albero di larice, l'unico in vista).
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità si apre con un unico pozzo di sezione approssimativamente circolare del diametro di circa 3m. A circa 5m di profondità il pozzo si restringe leggermente (diametro di 2m) terminando con fondo detritico a -11m. Attraverso una finestra (punto C del rilievo) è possibile raggiungere, con una galleria inclinata, il secondo ingresso che è più basso del primo ed è costituito da un pozzetto-fessura di 3m.
Dal fondo del p.11 è possibile accedere a due piccoli vani, il primo è una stanzetta in salita, il secondo un pozzetto-mesndro di metri 3.5. Sul fondo di quest'ultimo, fra i detriti, sono stati rinvenuti i resti di un camoscio.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 07-08-1994