Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5419 - Pozzo del Rilevatore Solitario

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo del Rilevatore Solitario
Nome principale sloveno
Numero catasto 5419
Numero catasto storico 2983FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Chiusaforte
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050024 - Stretti
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5138108,0
Longitudine Gauss-Boaga 2398365,0
Latitudine WGS-84 46° 23' 7,4027" (46,38538965)
Longitudine WGS-84 13° 25' 5,0156" (13,41805988)
Latitudine UTM WGS-84 5138084,3
Longitudine UTM WGS-84 378360,7
Quota ingresso 1888
Data esecuzione posizione 31-08-2001
Affidabilità posizione 3° gruppo riposizionamento regionale GPS (2001)
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 10.5
Autore posizione Rucavina Paolo
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Autore posizione Manzoni Marco
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 10
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 39
Dislivello totale 39
Quota fondo 1849
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso Si
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dal bivacco speleologico "Stefano Procopio" ci si incammina in direzione del Col Sclaf. Giunti alla cavità siglata "pigreco 1" (Pozzo Nascosto), si scende ancora per una ventina di metri imboccando un canalone sulla sinistra. Lo si risale per circa una trentina di metri, fino a raggiungere un ripiano-belvedere. Qui si apre l'ingresso della cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso di questa cavità si presenta come una spaccatura con un ponte naturale al centro. Sceso il primo pozzo si arriva in una saletta il cui suolo è ricoperto di massi e lame.
Da qui si dipartono due ulteriori pozzi, di cui uno cieco che termina dopo un paio di metri. (punto 4)
L'altro pozzo, di 28.5m, porta alla massima profondità per ora raggiunta.
Quest'ultimo pozzo, di forma molto allungata, presenta dei restringimenti non molto difficili da superare e dei terrazzini formati da massi.
Il pozzo ha termine su di un tappo di neve che su di un lato presenta una continuazione per ora non esplorata.

IN ESPLORAZIONE
Rilievo Completo - Effettuato in data: 28-08-1994
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso