Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5401 - Pozzo della Pettirossa

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo della Pettirossa
Nome principale sloveno
Numero catasto 5401
Numero catasto storico 5898VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta 31-12-1994
Scopritore De Filippo - Claudio
Gruppo scopritore AXXXO - Associazione XXX Ottobre

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110013 - San Pelagio
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5069692,0
Longitudine Gauss-Boaga 2419470,6
Latitudine WGS-84 45° 46' 23,7508" (45,77326412)
Longitudine WGS-84 13° 42' 24,8631" (13,70690642)
Latitudine UTM WGS-84 5069669,1
Longitudine UTM WGS-84 399464,8
Quota ingresso 217
Data esecuzione posizione 15-03-2015
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 60 x 40 cm
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 18.2
Autore posizione Petruzzi Marco
Gruppo appartenenza SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 7.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 28.7
Dislivello totale 28.7
Quota fondo 188.3
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Si percorre la carrareccia che porta alla Grotta delle Traversine fino ad incrociare il sentiero n°3, lungo il quale si prosegue, prendendo a sinistra, sino ad intercettare il canalone, sul cui lato sinistro orografico si apre l'imbocco della cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità L'imbocco di questa cavità non risulta molto agevole. Superatolo, si scende un pozzo di circa 18m, nel quale si alternano restringimenti ed allargamenti, fino ad arrivare in un esigua stanzetta con il fondo cosparso di materiale clastico e fango. Da qui, superata un' altra strettoia, si scende un altro pozzo di 10.5m che porta alla massima profondità raggiunta.
Tutto il pozzo risulta notevolmente concrezionato, soprattutto nel tratto finale.
Non si intravvedono ulteriori prosecuzioni.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 09-10-1994
Foto
Data dello scatto: 15-03-2015

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Magrin Enrico

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner

Data dello scatto: 15-03-2015

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Magrin Enrico

Gruppo di appartenenza: SSC LINDNER - Società di Studi Carsici Antonio Federico Lindner