Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 539 - Abisso di Precenico

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Abisso di Precenico
Nome principale sloveno
Numero catasto 539
Numero catasto storico 2709VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110014 - Precenico
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5070607,1
Longitudine Gauss-Boaga 2416476,7
Latitudine WGS-84 45° 46' 51,8034" (45,78105651)
Longitudine WGS-84 13° 40' 5,5681" (13,66821337)
Latitudine UTM WGS-84 5070584,2
Longitudine UTM WGS-84 396470,9
Quota ingresso 202
Data esecuzione posizione 25-05-2005
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,7 x 0,4m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 10.5
Autore posizione Martinuzzi Susanna
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Autore posizione Sgambati Alessandro
Gruppo appartenenza ISP FOR - Ispettorato Ripartimentale Foreste
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 56
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 74.5
Dislivello totale 74.5
Quota fondo 127.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità L'imbocco della grotta si trova ad un paio di metri dalla strada Precenico-Malchina ed è quasi ostruito da alcuni blocchi di pietra per evitare il rischio che qualcuno possa cadervi. Alla base del pozzo d'accesso una china di fango e detriti porta all'orlo di un imponente baratro con le pareti scure e corrose, dalle quali avvengono frequenti cadute di pietre a causa della friabilità della roccia. Verso Est i limiti del vano si perdono nella lontananza e nel buio. La scala incontra molte asperità e qualche breve nicchia, toccando a metà la discesa un ripiano franoso; al fondo uno scivolo ascendente conduce all'inizio di un ultimo salto, interessato da intensa corrosione, dove un ammasso di blocchi ed argilla chiude la cavità.
La pessima qualità della roccia rende la visita a questa grotta notevolmente pericolosa.
Durante la ripetizione dell'abisso in sola corda sono state trovate alcune brevi diramazioni, una delle quali contiene un profondo lago.

Rilievo Completo - Effettuato in data: 24-10-1982
Foto
Data dello scatto: 01-07-2013

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Germanis Roberto

Gruppo di appartenenza: AXXXO - Associazione XXX Ottobre

Data dello scatto: 01-07-2013

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Germanis Roberto

Gruppo di appartenenza: AXXXO - Associazione XXX Ottobre

Tipo inquadratura: Ingresso