Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 535 - Grotta di Crogole

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta di Crogole
Nome principale sloveno Krogljanska jama
Numero catasto 535
Numero catasto storico 2716VG
Numero totale ingressi 3

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune San Dorligo della Valle / Dolina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110153 - San Dorligo della Valle
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5051054,4
Longitudine Gauss-Boaga 2431685,4
Latitudine WGS-84 45° 36' 25,971" (45,60721417)
Longitudine WGS-84 13° 52' 2,5137" (13,86736492)
Latitudine UTM WGS-84 5051031,6
Longitudine UTM WGS-84 411679,1
Quota ingresso 347
Data esecuzione posizione 31-08-2001
Affidabilità posizione 3° gruppo riposizionamento regionale GPS (2001)
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 3m x 2,5m
Tipo ingresso Caverna
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Rucavina Paolo
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Autore posizione Manzoni Marco
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 193
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 8
Dislivello negativo 38
Dislivello totale 46
Quota fondo 327
Vincolo paesaggistico Non definito
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata Si
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta si apre sul fianco del Monte Carso che sovrasta il paese di S.Dorligo della Valle e si raggiunge tramite un comodo sentiero tracciato durante la seconda guerra mondiale, quando furono sistemate davanti all'imbocco alcune postazioni militari. Essa ha due ingressi, ma viene usato unicamente quello inferiore che non richiede l'utilizzo dell'attrezzatura; un corridoio dalle pareti concrezionate porta in una sala dove si accumulano massi e pietrame. Da qui una galleria conduce alla base di una parete alta una ventina di metri, che si supera con difficile arrampicata, sfruttando alcune tacche incise nella concrezione e piccole stalagmiti; si giunge così nella parte più bella della cavità, costituita da alcuni ambienti ricchi di formazioni cristalline. Il comune di S.Dorligo della Valle, anni or sono, prese in esame la possibilità di uno sfruttamento turistico della grotta, ma il progetto venne abbandonato dopo un sopralluogo.

AGGIORNAMENTO JOSPDT 2004:
La scoperta:
Nel dicembre del 2004; Claudio Bratos, durante l' ennesima battuta di zona ,vedeva un fascio d' erba agitarsi, nonostante la totale assenza di vento. Osservato il fenomeno da vicino constatava che da una fessura di pochi centimetri quadri fuoriusciva una forte corrente d' aria calda . La scoperta ha portato, in breve, alla disostruzione dell'ingresso di un pozzo che terminava nella Grotta di Crogole, subito a monte della sala centrale, nel ramo che porta alla salita delle tacche.

Descrizione del terreno circostante al nuovo ingresso:
L' ingresso si trova a circa 35 metri m direzione NE; rispetto ali' ingresso principale della Grotta di Crogole, sulle pendici del Monte Carso, in una zona abbastanza ripida e caratterizzata da numerosi ghiaioni punteggiati da rocce affioranti. In superlicie l'ingresso si presenta come una fessura con le dimensioni massime di un metro per 30 cm, con la direzione dell' asse maggiore di circa 80°i.
Descrizione dei vani interni:
II primo metro del pozzo d' accesso mantiene circa le dimensioni dell' ingresso. Poi si allarga e allunga rapidamente. Alla profondità di circa 12m si raggiunge il suolo di una galleria larga fino a 2m e lunga circa 10m. Verso E la galleria comunica con un pozzo di notevoli dimensioni, disceso in quale si raggiunge, dopo circa 15m il fondo. Il punto di arrivo si trova sul bordo superiore della sala principale, all' inizio del ramo che porta alla risalita delle tacche.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 01-12-2004
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso

Descrizione inquadratura: 3°ingresso