Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5342 - Grotta 3° di Monte Croce

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta 3° di Monte Croce
Nome principale sloveno
Numero catasto 5342
Numero catasto storico 2979FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Carniche
Provincia Udine
Comune Paluzza
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 018163 - Passo di Monte Croce Carnico
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5162912,0
Longitudine Gauss-Boaga 2363150,0
Latitudine WGS-84 46° 36' 4,4074" (46,60122427)
Longitudine WGS-84 12° 57' 7,1946" (12,95199849)
Latitudine UTM WGS-84 5162888,4
Longitudine UTM WGS-84 343146,7
Quota ingresso 1665
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 2
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 13.5
Sviluppo spaziale 18
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 10.4
Dislivello totale 10.4
Quota fondo 1654.6
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Oltrepassato il belvedere della mulattiera del Pal Piccolo si aggirano le pareti del Monte Croce e, abbandonato il sentiero, ci si deve inerpicare per un'erta costa caratterizzata dalla presenza di pini mughi, in mezzo ai quali si trova lo sprofondamento con cui si apre la cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità Sul fondo del pozzo di accesso si apre uno stretto imbocco in mezzo a massi di frana. Sceso lo scivolo franoso, piuttosto angusto, si perviene in un ambiente più largo. Superata una lama sulla destra, si scende in arrampiacata un saltino che chiude in un breve cunicolo.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 11-10-1987