Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5311 - Fessura dei Megalodonti

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Fessura dei Megalodonti
Nome principale sloveno
Numero catasto 5311
Numero catasto storico 2948FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Resia
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 049081 - Monte Musi
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5131725,0
Longitudine Gauss-Boaga 2389735,0
Latitudine WGS-84 46° 19' 34,9107" (46,32636407)
Longitudine WGS-84 13° 18' 27,5328" (13,30764799)
Latitudine UTM WGS-84 5131701,5
Longitudine UTM WGS-84 369730,7
Quota ingresso 1655
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 12
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 9
Dislivello totale 9
Quota fondo 1646
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità è ubicata sul ciglione S del circolo glaciale a quota 1580m s.l.m. che è il primo ad E della cima più alta della catena del Monte Musi.
Per raggiungere la Fessura dei Megalodonti si deve percorrere il sentiero segnato in rosso che conduce alla Caverna della Madonna dei Cacciatori di Sella Carnizza, fino a quota 1675m s.l.m., poi lo si deve abbandonare e bisogna seguire le indicazioni che portano al Forte Excalibur.
Descrizione dei vani interni della cavità La parte iniziale della cavità è impostata su di una frattura avente direzione N-S ed un'inclinazione di 45°. La seconda parte si sviluppa lungo gli strati. Purtroppo il grosso accumulo di materiale lapideo caduto dalle pareti ostruisce ogni possibile prosecuzione. Le pareti della grotta sono erose in modo evidente e presentano numerosissimi Megalodonti.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 31-12-1993