Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 529 - Grotta 2° a SE di Monrupino

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta 2° a SE di Monrupino
Nome principale sloveno
Numero catasto 529
Numero catasto storico 2700VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Monrupino / Repentabor
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110062 - Monrupino
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5062318,0
Longitudine Gauss-Boaga 2428414,0
Latitudine WGS-84 45° 42' 29,3413" (45,70815035)
Longitudine WGS-84 13° 49' 23,8896" (13,82330266)
Latitudine UTM WGS-84 5062295,1
Longitudine UTM WGS-84 408407,9
Quota ingresso 330
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 5
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 25
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 13
Dislivello totale 13
Quota fondo 317
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità ha inizio con una piccola depressione, limitata sul lato NE da una piccola parete rocciosa alla base della quale si apre una strettoia. In questo breve tratto malagevole si sfiora un masso incastrato e, dopo pochi metri, si arriva sulla sommità di una ripida china detritica che si estende in una caverna di discrete dimensioni. Sul lato destro si aprono alcune nicchie fortemente concrezionate ed alcuni anfratti discendenti, bloccati da materiale detritico, oltre i quali, forse, un tempo la grotta proseguiva; nel tratto terminale si eleva un camino laterale dal quale scendono spesse colate calcitiche.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 05-12-1976