Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5256 - Grotta Duilio

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta Duilio
Nome principale sloveno
Numero catasto 5256
Numero catasto storico 5823VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Goriziano
Provincia Gorizia
Comune Sagrado
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 088113 - Cippo Corridoni
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5080135,0
Longitudine Gauss-Boaga 2405412,0
Latitudine WGS-84 45° 51' 54,1367" (45,86503797)
Longitudine WGS-84 13° 31' 25,1883" (13,52366342)
Latitudine UTM WGS-84 5080112,2
Longitudine UTM WGS-84 385406,6
Quota ingresso 124
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 10
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 49.2
Sviluppo spaziale 84
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 40.6
Dislivello totale 40.6
Quota fondo 83.4
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Da San Martino del Carso si segue la strada che porta all'incrocio con la strada Marcottini - La Crosara per 950 m. Da qui si prosegue a desrea per una cararreccia per circa 600 m fino quasi alla sua fine. Da questo punto in direzione SE si segue per 170 m un muro a secco adiacente e parallelo ad una trincea risalente alla prima guerra mondiale, finchè si arriva, oltrepassato lo stesso muro a secco ed in mezzo alla trincea, alla grotta.
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta, che misura 40,6 m di profondità su uno sviluppo planimetrico di 49,2 m, presenta belle concrezioni, per cui si è provveduto a chiuderla con una botola, le chiavi sono reperibili presso il Gruppo Speleo Carsico di San Martino del Carso.
Il pozzo d'accesso misura 10 m ed inizia con una strettoia per terminare in una stanza, nella quale, a 4 m d'altezza, si apre una galleriaa di 11 m, mentre, alla base della stessa stanza, attraverso una cavernetta discendente, la cavità prosegue con un pozzetto di 5,8 m. Qui, da uno stretto passaggio in parete si affaccia il pozzo centrale di 17,4 m.
Sul fondo una piccola e stretta galleria porta in una stanza allungata terminante con un pozzetto dove si raggiunge la massima profondità.
Dalla stanza, attraverso una stretta finestra la grotta continua con un ambiente costituito da due pozzetti paralleli con i relativi camini.
In parete, un altro stretto passaggio immette in una stanzetta con prosegue con un camino, qui termina la grotta.

P.S. alla cavità è stato dato il nomr di Grotta Duilio, per onorare la memoria dell'amico Duilio Visintin, speleologo e tra i primi fondatori del Gruppo Speleologico Carsico.


C.S.C. SAGRADO
Rilievo Completo - Effettuato in data: 07-09-1993