Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5251 - Grotta Denise

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta Denise
Nome principale sloveno
Numero catasto 5251
Numero catasto storico 5818VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110063 - Borgo Grotta Gigante
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5061602,8
Longitudine Gauss-Boaga 2422982,0
Latitudine WGS-84 45° 42' 3,5117" (45,70097548)
Longitudine WGS-84 13° 45' 13,2389" (13,75367746)
Latitudine UTM WGS-84 5061580,0
Longitudine UTM WGS-84 402976,0
Quota ingresso 267
Data esecuzione posizione 26-10-2020
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 3.5 x 3 m
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 3
Autore posizione Camerino Paolo
Gruppo appartenenza SAS - Società Adriatica di Speleologia
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 10.5
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 7.5
Dislivello totale 7.5
Quota fondo 259.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Sulla strada S.S. 202 che collega Opicina con Sistiana, 350 m prima del cavalcavia della strada che collega Prosecco con il diamante di baseball si prende una strada bianca sulla sinistra. Dopo circa 150 m si trova la dolina dove è sita la grotta.
I due imbocchi della cavità sono posti sul lato SW della dolina. Si può accedere alla grotta o con un pozzetto di 3 m o da un ingresso basso (p 1). Si tratta dello stesso ingresso dal punto di vista geologico, come da rilievo, che però è diviso in due parti da una frana. A pochi metri da questa cavità si trova la n. 4699 Pozzo dell'Incrocio.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità è quasi del tutto fossile, tranne la stanzetta al punto 5.
Sono stati eseguiti dei lavori di scavo al punto 3 ed al punto 5: Durante gli scavi al punto 3, sono state rinvenute numerose ossa di roditore.
Il muretto a secco addossato alla parete esterna della cavità, si presume sia un ex abbeveratoio.

Gruppo Grotte A XXX O
Rilievo Completo - Effettuato in data: 10-10-1993
Foto
Data dello scatto: 26-09-2020

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Camerino Paolo

Gruppo di appartenenza: SAS - Società Adriatica di Speleologia

Data dello scatto: 26-09-2020

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Camerino Paolo

Gruppo di appartenenza: SAS - Società Adriatica di Speleologia

Data dello scatto: 26-09-2020

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Camerino Paolo

Gruppo di appartenenza: SAS - Società Adriatica di Speleologia

Data dello scatto: 26-09-2020

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Camerino Paolo

Gruppo di appartenenza: SAS - Società Adriatica di Speleologia

Descrizione inquadratura: Panoramica della dolina con evidenza del camminamento che conduce alla grotta