Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5236 - Grotta presso Bristie

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso Bristie
Nome principale sloveno
Numero catasto 5236
Numero catasto storico 5803VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110054 - Santa Croce di Trieste
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5066322,0
Longitudine Gauss-Boaga 2419262,0
Latitudine WGS-84 45° 44' 34,4749" (45,7429097)
Longitudine WGS-84 13° 42' 17,7296" (13,7049249)
Latitudine UTM WGS-84 5066299,2
Longitudine UTM WGS-84 399256,1
Quota ingresso 186
Data esecuzione posizione 07-04-2002
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1.4 x 0.4 mt
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 1.5
Autore posizione Malandrino Paolo
Gruppo appartenenza GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 12
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 6.5
Dislivello totale 6.5
Quota fondo 179.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si apre sul bordo sud orientale di un'ampia e piatta dolina sita a monte della ferrovia, non lontano dalla carrareccia che conduce poi alla Grotta Noè.
Descrizione dei vani interni della cavità Cavità di origine tettonica, formata dallo scollamento degli strati.
Uno stretto passaggio fra il letto di uno strato e materiale lapideo vario conduce ad una serie di vani (forse, leglio, una frattura unica, molto inclinata) orientati NE-SW che si approfondiscono a gradoni; il passaggio da un gradone l'altro è reso penoso dalle esigue dimensioni e pericoloso dalla presenza di materiale in equilibrio instabile.
La cavità che prosegue ancora verso il basso, è percorsa da un'avvertibile corrente d'aria.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 22-07-1993
Foto
Data dello scatto: 08-02-2015

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Perini Luciano

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Descrizione inquadratura: targhetta
Data dello scatto: 08-02-2015

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Perini Luciano

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Descrizione inquadratura: ingresso e targhetta
Data dello scatto: 08-02-2015

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Perini Luciano

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Descrizione inquadratura: ingresso e dintorni