Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5234 - Grotta presso la Cava di Sistiana

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso la Cava di Sistiana
Nome principale sloveno
Numero catasto 5234
Numero catasto storico 5801VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 109042 - Sistiana
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5069121,8
Longitudine Gauss-Boaga 2413846,7
Latitudine WGS-84 45° 46' 2,2542" (45,76729284)
Longitudine WGS-84 13° 38' 4,9846" (13,63471794)
Latitudine UTM WGS-84 5069099,0
Longitudine UTM WGS-84 393841,0
Quota ingresso 72
Data esecuzione posizione 08-03-2018
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0.9 x 1.1 m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 6.2
Autore posizione Lanza Giorgio
Gruppo appartenenza FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 46
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 27
Dislivello totale 27
Quota fondo 45
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si apre a destra del sentiero che dal lato più settentrionale della Cava scende verso il porticciolo.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso della cavità è stato reso agibile con alcune giornate di lavoro nell'inverno 92/93: l'aria calda che usciva ripagava gli scavatori della fatica.
La cavità si compone di un pozzo, breve, e di due vani, scarsamente concrezionati e resi pericolosi dalla presenza di massi mal cementati; l'aria che vi circola fa supporre di trovarsi alla presenza di un reticolo ipogeo ben più articolato, ma allo stato attuale delle cose, il proseguimento dei lavori appare piuttosto oneroso.

REVISIONE DEL 13/05/2001
Gli scavi sono proseguiti negli anni 1994-1996, rendendo agibile un cunicolo di 8m alla base del pozzo di accesso, che porta in un altro pozzo ben concrezionato, profondo 10m. Dopo 4m di discesa una finestra immette in un pozzo parallelo, che si presenta come un lungo meandro discendente. Questo meandro porta su un fondo detritico che è possibile seguire per qualche metro sia in salita, giungendo ad un ostruzione detritica, che in discesa, dove alla fine si riduce ad una stretta fessura impercorribile. Alla base del pozzo di 10m, sul lato NW, si apre un pozzetto (che probabilmente immette in quella fessura) a cui segue un breve corridoio discendente.
Dopo un piccolo tratto orizzontale, la cavità prosegue con una fessura discendente alta e stretta in cui presente una forta corrente d'aria
Rilievo Completo - Effettuato in data: 13-05-2001
Foto
Data dello scatto: 08-03-2018

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: De Palo Gianni

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Data dello scatto: 08-03-2018

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: De Palo Gianni

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Data dello scatto: 08-03-2018

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: De Palo Gianni

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Data dello scatto: 08-03-2018

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: De Palo Gianni

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar