Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5166 - Pozzo G 2

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo G 2
Nome principale sloveno
Numero catasto 5166
Numero catasto storico 2878FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Giulie
Provincia Udine
Comune Resia
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 049081 - Monte Musi
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5131772,0
Longitudine Gauss-Boaga 2389961,0
Latitudine WGS-84 46° 19' 36,5889" (46,32683025)
Longitudine WGS-84 13° 18' 38,0507" (13,31056964)
Latitudine UTM WGS-84 5131748,5
Longitudine UTM WGS-84 369956,7
Quota ingresso 1575
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 7.2
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 7.8
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 7.2
Dislivello totale 7.2
Quota fondo 1567.8
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'imbocco della cavità si apre nelle vicinanze di quello dell'Abisso di Ghiaccio. Detto imbocco è ubicato su di una faglia che attraversa la montagna in senso normale all'andamento della monoclinale.
Si procede lungo il sentiero che da Sella Carnizza conduce alla "Madonna dei Cacciatori" (Caverna sotto la Cima del monte Musi). Questo sentiero che non è
segnato sulla CTR, è invece ben segnato con la vernice rossa.
Giunti alla quota 1440, si abbandoni il sentiero sulla sinistra (la via dei ciechi), e si salga fino a raggiungere un vasto circolo glaciale. Quindi si risalga un canalone erboso in direzione ovest fino alla quota da cui si diparte sulla sinistra la faglia in oggetto, che ha orientamento 160° 340°.
Descrizione dei vani interni della cavità Il pozzo da 7.2 m permette di evitare un ingresso impraticabile e di raggingere una sala sul cui fondo si notano grossi accumuli di neve e materiale clastico. La cavità continua con una fessura di ridotte dimensioni che dà adito ad un pozzo stimato attorno agli 8, 10 m.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 15-08-1991