Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5162 - Grotta presso la 4671 VG

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso la 4671 VG
Nome principale sloveno
Numero catasto 5162
Numero catasto storico 5763VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 109044 - San Giovanni al Timavo
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5072672,8
Longitudine Gauss-Boaga 2410399,6
Latitudine WGS-84 45° 47' 55,3428" (45,79870634)
Longitudine WGS-84 13° 35' 22,541" (13,58959473)
Latitudine UTM WGS-84 5072650,0
Longitudine UTM WGS-84 390394,0
Quota ingresso 75
Data esecuzione posizione 17-03-2012
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 6m x 2m
Tipo ingresso Caverna
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Lanza Luca
Gruppo appartenenza FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 25
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 0.5
Dislivello negativo 2.3
Dislivello totale 2.8
Quota fondo 72.7
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Partendo dal paese di Jamiano e dirigendosi verso S.Giovanni al Timavo, dopo aver passato il bivio di Sablici, si prosegue ancora per 1500m. A questo punto si continua in direzione Est e, oltrepassata la ferrovia, dopo circa 100m, sul costone SW del Dosso Giulio, si trova l'ingresso della grotta.
Descrizione dei vani interni della cavità L'entrata della grotta, che potrebbe essere stata utilizzata sia nella preistoria sia nel periodo bellico, è abbastanza ampia. Sul fondo, tra i detriti, sono evidenti tracce di scavo. La parete Nord è notevolmente concrezionata mentre, tra la parete Sud e la volta, vi sono delle nicchie molto basse che potrebbero portare ad ulteriori prosecuzioni. In fondo alla grotta è presente una grande colata calcitica e sulla sinistra, con una breve risalita, si può accedere ad un cunicolo concrezionato al termine del quale si apre un pozzetto con possibilità di prosecuzione.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 11-02-1992
Foto
Data dello scatto: 17-03-2012

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Frandolic Diego

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Data dello scatto: 17-03-2012

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Frandolic Diego

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Tipo inquadratura: Ingresso

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Tipo inquadratura: Interno

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Descrizione inquadratura: Vista dell'ingresso dall'interno