Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5092 - Grotticella della Baia

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotticella della Baia
Nome principale sloveno
Numero catasto 5092
Numero catasto storico 5742VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 109042 - Sistiana
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5069078,0
Longitudine Gauss-Boaga 2413960,0
Latitudine WGS-84 45° 46' 0,8985" (45,76691625)
Longitudine WGS-84 13° 38' 10,2614" (13,63618372)
Latitudine UTM WGS-84 5069055,2
Longitudine UTM WGS-84 393954,3
Quota ingresso 63
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 2.5
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 9
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 10.6
Dislivello totale 10.6
Quota fondo 52.4
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità è venuta alla luce durante i lavori di sbancamento della Cava di Sistiana: si apre alla base del secondo gradone, sul fianco occidentale dello stesso. L'interruzione dei lavori ha permesso di visitare il piccolo pozzetto, altrimenti destinato a scomparire.
Descrizione dei vani interni della cavità Uno stretto foro fra colate di concrezioni e blocchi incastrati immette in un pozzetto inclinato, sormontato da un angusto camino. La cavità prosegue in direzione NW, con accentuata discesa (è quasi un pozzo), fra massi e grossi depositi di argilla gialla piuttosto tenace. Al fondo un breve scavo ha permesso di aprire un passaggio che conduce a due minuscoli vani sottostanti, concrezionati come la parte superiore della cavità. Qui, fra le pietre del fondo, sono stati individuati due piccoli fori in cui i sassi cadono per qualche metro.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 18-06-1992