Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5084 - Pozzo Bracchetti

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo Bracchetti
Nome principale sloveno
Numero catasto 5084
Numero catasto storico 5734VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110012 - Samatorza
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5067525,0
Longitudine Gauss-Boaga 2419590,0
Latitudine WGS-84 45° 45' 13,6164" (45,75378232)
Longitudine WGS-84 13° 42' 32,0072" (13,70889089)
Latitudine UTM WGS-84 5067502,1
Longitudine UTM WGS-84 399584,1
Quota ingresso 241
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 15
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 16
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 38.6
Dislivello totale 38.6
Quota fondo 202.4
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Proveniendo da Sales, subito dopo il posteggio da dove parte il sentiero per la Grotta Azzurra (34/257VG), si trova un'azienda agricola, attualmente in costruzione, proprio di fronte a bivio per Samatorza. Si segue il sentiero che ne costeggia la recinzione fino ad arrivare sul retro, si scavalca un piccolo muretto a secco entrando in una bassa depressione erbosa sul cui lato opposto si apre, in mezzo ai ginepri, l'imbocco del pozzo, con a lato un notevole muro di detriti derivanti dallo svuotamento.
Descrizione dei vani interni della cavità Tutta la cavità è esplorabile senza attrezzatura. Si scendono in arrampicata i primi 15m, fino a raggiungere un terrazzo con dei massi che danno in un ampio salto riccamente concrezionato. Superata una strettoia, si arriva in una modesta saletta con tre fori sul pavimento. Sempre in arrampicata, si scende per un pozzetto sempre più stretto, fino a sbucare in un ambiente più grande, dove però la cavità si esaurisce in tre fessure del tutto impraticabili che si aprono in un calcare nerastro. Curiosa la circolazione d'aria nel pozzo, dovuta probabilmente all'esistenza di una fessura parallela sita a pochi metri dall'ingresso, che dovrebbe ricollegarsi agli ambienti terminali della cavità.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 31-01-1992