Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5081 - Grotta del Laghetto

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta del Laghetto
Nome principale sloveno
Numero catasto 5081
Numero catasto storico 5731VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 109042 - Sistiana
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5068790,0
Longitudine Gauss-Boaga 2415535,0
Latitudine WGS-84 45° 45' 52,4323" (45,76456452)
Longitudine WGS-84 13° 39' 23,3834" (13,65649538)
Latitudine UTM WGS-84 5068767,2
Longitudine UTM WGS-84 395529,2
Quota ingresso 105
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Ostruito
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 10.5
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 45
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 22.6
Dislivello totale 22.6
Quota fondo 82.4
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità è sita sul fianco di una profonda dolina, adibita al prelievo di terra rossa, che si apre sul lato destro della superstrada che da Villa Opicina conduce a Sistiana, 300m prima del viadotto ferroviario della linea Trieste-Bivio di Aurisina.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso, inizialmente molto stretto, impedisce l'uso degli attrezzi convenzionali di risalita. La cavità si sviluppa su di una frattura impostata in direzione 50°-230°, avente un'immersione di 40°. Gli ambienti interni sono interessati da un accumulo caotico di materiale lapideo in posizioni instabili, che ostruisce possibili prosecuzioni. L'antico sviluppo della cavità è dato da una galleria laterale, lunga una ventina di metri, che segue la direzione dei giunti di stratificazione, nella cui parte terminale si sono notati notevoli concrezionamenti.
La grotta è stata trovata in seguito alle notevoli emanazioni di vapore acqueo che uscivano dal suo imbocco. Questa cavità è probabilmente destinata ad essere ostruita dalle massicciate della nuova superstrada.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 02-02-1996