Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 5048 - Pozzo 2° a N del Col Sclaf

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo 2° a N del Col Sclaf
Nome principale sloveno
Numero catasto 5048
Numero catasto storico 2818FR
Numero totale ingressi 3

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Alpi Giulie
Provincia Udine
Comune Chiusaforte
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 050024 - Stretti
Tipo posizione Prima Posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5137781,0
Longitudine Gauss-Boaga 2398351,0
Latitudine WGS-84 46° 22' 56,8034" (46,38244539)
Longitudine WGS-84 13° 25' 4,6661" (13,41796281)
Latitudine UTM WGS-84 5137757,3
Longitudine UTM WGS-84 378346,7
Quota ingresso 1995
Data esecuzione posizione 02-09-1990
Affidabilità posizione Da verificare
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 18.2
Autore posizione Mikolic Umberto
Gruppo appartenenza CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 24
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 20.5
Dislivello totale 20.5
Quota fondo 1974.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità s'apre, con due ingressi distinti, nell'anfiteatro a N del Col Sclaf. L'ingresso superiore è collocato sotto una paretina, è impostato su una frattura N-S ed è' suddiviso in tre parti mediante ponti naturali e blocchi incastrati.
Descrizione dei vani interni della cavità Effettuando la discesa per il pozzo centrale s'incontra a -10m, un ripiano detritico e, a -18m, il fondo, in parte ricoperto da un ingente deposito di neve. Da qui si può proseguire per un cunicolo di 5m tra neve e roccia che conduce al punto più fondo della cavità oppure si può proseguire in salita, oltre un basso passaggio che conduce ad una caverna di quasi 6m di diametro. Da essa, verso W si diramano due brevi rami laterali e, in alto, è sovrastata da un enorme masso incastrato sul quale si perviene pure dall'esterno, tramite l'ingresso inferiore, dopo aver superato un pozzo inclinato di 6m.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 02-09-1990