Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4976 - Grotta presso Jamiano

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta presso Jamiano
Nome principale sloveno
Numero catasto 4976
Numero catasto storico 5706VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Goriziano
Provincia Gorizia
Comune Doberdò del Lago / Doberdob
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 088151 - Bonetti
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5075883,0
Longitudine Gauss-Boaga 2409058,0
Latitudine WGS-84 45° 49' 38,5559" (45,82737664)
Longitudine WGS-84 13° 34' 17,7557" (13,5715988)
Latitudine UTM WGS-84 5075860,2
Longitudine UTM WGS-84 389052,5
Quota ingresso 27
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 6.1
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 4
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 6.1
Dislivello totale 6.1
Quota fondo 20.9
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità s'apre in una zona pianeggiante ricoperta dalla tipica vegetazione carsica. Si parte da Jamiano e si segue la strada asfaltata che costeggia il Lago di Doberdò. Dopo 725m, sul lato destro, s'imbocca un sentiero che si segue per 63m sino a giungere al passaggio in un muretto a secco. Da qui si continua per 70m con direzione 65° N sino a giungere all'ingresso della cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità s'apre con un P6, con il fondo coperto da detriti e con le pareti, negli ultimi tre metri, coperte da colate calcitiche e da alcune stalattiti.

NOTA
La cavità fu visitata nel 1982, su segnalazione di un abitante del luogo che dichiarò che l'ingresso della cavità si era aperto nel corso del 1981.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 17-07-1990