Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 49 - Abisso 1° di Gropada

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Abisso 1° di Gropada
Nome principale sloveno
Numero catasto 49
Numero catasto storico 46VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110113 - Padriciano
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5056853,0
Longitudine Gauss-Boaga 2430500,0
Latitudine WGS-84 45° 39' 33,2784" (45,65924401)
Longitudine WGS-84 13° 51' 3,9669" (13,85110192)
Latitudine UTM WGS-84 5056830,2
Longitudine UTM WGS-84 410493,8
Quota ingresso 412
Data esecuzione posizione 31-08-2000
Affidabilità posizione 2° gruppo riposizionamento regionale GPS (2000)
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 8.00x10.00 m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 10
Autore posizione Manzoni Marco
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 41
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 125
Dislivello totale 125
Quota fondo 287
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'abisso si trova a lato della strada che da Gropada porta a Basovizza.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità si apre con un largo baratro dai fianchi dirupati, che si può scendere senza difficoltà dal lato Sud. Sul fondo si prosegue attraverso un piccolo salto, alla base del quale un breve corridoio ascendente porta all'apertura che immette nel profondo pozzo interno ( 100m). Questo scende quasi verticalmente, con qualche piccolo gradino dove la sosta è appena possibile, e termina su di una china detritica che chiude la cavità.

Ramo Laterale:
Il ramo Laterale si imbocca da una finestra, parzialmente nascosta da una lama di roccia, sul p.100, a 30m dal suo inizio. La si raggiunge tramite un traverso esposto, a circa 30m dall'attacco del pozzo principale, sulla destra scendendo. Eseguito il traverso, dopo una risalita di circa 2m, si trova una saletta di dimensioni ridotte nella quale, tra massi calcificati, parte un camino molto stretto. Quest'ultimo sbocca in un'ultima saletta, sovrastata da un altro camino, di circa 5m, chiuso da massi incastrati. La pericolosità dell'ambiente ne sconsiglia la visita.

Camino Laterale:
A 50m dall'imbocco del p.100, pendolando sulla destra, su di un terrazzo, si raggiunge una finestra che porta ad uno sprofondamento cieco, al di sopra del quale si apre un camino che sale per circa 60m (di cui 40 rilevati) con parti erose e parti calcificate.
Rilievo Sezione - Effettuato in data: 06-03-1999
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso

Data dello scatto: 20-03-2016

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Gherlizza Franco

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Descrizione inquadratura: Targhetta
Data dello scatto: 20-03-2016

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Gherlizza Franco

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Descrizione inquadratura: Ingresso al baratro.
Data dello scatto: 20-03-2016

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Gherlizza Franco

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Descrizione inquadratura: Sul fondo del baratro. l'accesso al primo pozzo