Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4898 - Pozzo del Morto

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo del Morto
Nome principale sloveno
Numero catasto 4898
Numero catasto storico 5628VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta
Carta CTRN 1:5.000 109044 - San Giovanni al Timavo
Tipo posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5070350,0
Longitudine Gauss-Boaga 2412346,0
Latitudine WGS-84 45° 46' 41,204" (45,77811223)
Longitudine WGS-84 13° 36' 54,5401" (13,61515004)
Latitudine UTM WGS-84 5070327,2
Longitudine UTM WGS-84 392340,3
Quota ingresso 85
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione 2° gruppo riposizionamento regionale GPS (2000)
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1m x 1m
Tipo ingresso Scivolo
Profondità pozzo d'accesso 3.5
Autore posizione Manzoni Marco
Gruppo appartenenza RIP.REG. - Riposizionamento Regionale
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 8
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 6.5
Dislivello totale 6.5
Quota fondo 78.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dalla ex fermata ferroviaria Duino-Timavo, si procede verso W, per una decina di metri, lungo la linea ferrata. Si risale quindi la scarpata e ci si addentra per qualche metro sino ad incrociare un sentiero che si percorre, per una decina di metri, sempre verso W. La grotta s'apre sulla sinistra dello stesso, fra la masiera e la ferrovia.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità è costituita da un pozzo fortemente inclinato che si addentra in direzione NNW-SSE; a poco più di due metri di profondità una finestra permette di accedere ad un vano parallelo, concrezionato, che si chiude dopo un paio di metri.
La cavità termina con un vano graziosamente concrezionato nel cui punto più profondo un pertugio scavato dall'acqua nell'argilla segna la fine della parte visitabile della grotta.

NOTA
Durante lo scavo effettuato per allargare il tratto iniziale sono venute alla luce alcune ossa umane di probabile età vetusta.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 31-03-1991
Foto
Tipo inquadratura: Ingresso

Data dello scatto: 11-06-2011

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Frandolic Diego

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Data dello scatto: 11-06-2011

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Frandolic Diego

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Data dello scatto: 11-06-2011

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Frandolic Diego

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar