Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4884 - Grotta in località Debela Grisa

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta in località Debela Grisa
Nome principale sloveno
Numero catasto 4884
Numero catasto storico 5614VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Monrupino / Repentabor
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110062 - Monrupino
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5062023,9
Longitudine Gauss-Boaga 2425999,1
Latitudine WGS-84 45° 42' 18,6485" (45,70518015)
Longitudine WGS-84 13° 47' 32,4311" (13,79234196)
Latitudine UTM WGS-84 5062001,0
Longitudine UTM WGS-84 405993,0
Quota ingresso 271
Data esecuzione posizione 06-01-2016
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0.90 x 0.50 m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 2.7
Autore posizione Benedetti Luca
Gruppo appartenenza GTS - Gruppo Triestino Speleologi
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 16
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 22
Dislivello totale 22
Quota fondo 249
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'ingresso della cavità s'apre sul lato occidentale di un'ampia dolina in Debela Griza, poco sotto un tratturo che conduce sul fondo della stessa.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso dà accesso ad un P2,7 al termine del quale si trova una strettoia che dà su un P6. Alla sua base, lasciato verso NNW un cunicolo che diviene ben presto intransitabile, si accede, in direzione opposta, ad un meandrino lungo 2m che sprofonda in un P7. Questo è inizialmente piuttosto stretto poi, dopo qualche metro, si allarga mentre verso il fondo diviene una stretta fessura. A –5,5m dall'imbocco del P7 si trova una piccola finestra che conduce ad un pozzo laterale (P8); questo termina in una piccola caverna col suolo detritico.Qui è presente una lieve corrente d'aria.

NOTA
Tutta la cavità si presenta come un paleo inghiottitoio, ancor oggi parzialmente attivo in periodi piovosi, con le pareti erose e frastagliate, tranne nel tratto tra il 3° e il 4° pozzo ove iniziano fenomeni di concrezionamento.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 06-10-1990
Foto
Data dello scatto: 06-01-2016

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Benedetti Luca

Gruppo di appartenenza: GTS - Gruppo Triestino Speleologi

Data dello scatto: 06-01-2016

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Bottegal Mila

Gruppo di appartenenza: GTS - Gruppo Triestino Speleologi

Descrizione inquadratura: Panoramica dell'ingresso
Data dello scatto: 06-01-2016

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Benedetti Luca

Gruppo di appartenenza: GTS - Gruppo Triestino Speleologi