Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4838 - Abisso Odissea

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Abisso Odissea
Nome principale sloveno
Numero catasto 4838
Numero catasto storico 2706FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Prealpi Carniche
Provincia Pordenone
Comune Claut
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 047164 - Monte dell’Asta
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5124535,4
Longitudine Gauss-Boaga 2334867,5
Latitudine WGS-84 46° 14' 56,255" (46,24895973)
Longitudine WGS-84 12° 35' 53,6494" (12,59823595)
Latitudine UTM WGS-84 5124513,0
Longitudine UTM WGS-84 314864,0
Quota ingresso 1747
Data esecuzione posizione 03-08-2019
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1.5 x 2.5 m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 26
Autore posizione Mancinelli Valeriana
Gruppo appartenenza GS SACILE - Gruppo Speleologico Sacile
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 48
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 38
Dislivello totale 38
Quota fondo 1709
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso Si
Prosecuzioni Prosecuzioni certe (accessibili)
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'altopiano di Colciavath non è di facile accesso per la presenza di mugheta. A circa 500 m dopo la casera Colciavath in direzione forcella Clautana lasciare la strada e seguire una traccia di sentiero che porta all'altopiano.
La cavità s'apre in cima ad una piccola collinetta; l'ingresso, sito in mezzo a numerosissimi mughi, è praticamente impossibile da trovare se non accompagnati da chi ne conosce la posizione. Nei pressi della cavità si trova un grande albero secco (bianco).
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità s'apre con un P26 che inizialmente è stretto mentre verso il fondo si allarga fino a formare una caverna di discrete dimensioni (Salone Circe) con il pavimento costituito da una frana. Al termine di questa si trova l'imbocco del pozzo interno (P11-Pozzo Cariddi) sul fondo del quale, dopo aver risalito circa 2m, si giunge in una sala (Sala Penelope) sormontata, nella sua parte finale, da un camino impraticabile con tracce di concrezionamento.
Sulla sinistra, una fessura a pozzo porta ad una strettoia intransitabile che dà su un ambiente piuttosto ampio, sondato per circa 70m.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 31-07-1987
Foto
Data dello scatto: 03-08-2019

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Gava Daniele

Gruppo di appartenenza: GS SACILE - Gruppo Speleologico Sacile

Descrizione inquadratura: Foto ingresso con targhetta
Data dello scatto: 03-08-2019

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Gava Daniele

Descrizione inquadratura: Foto identificativa della targhetta
Data dello scatto: 03-08-2019

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Gava Daniele

Gruppo di appartenenza: GS SACILE - Gruppo Speleologico Sacile

Descrizione inquadratura: Foto esterno con albero secco sullo sfondo