Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4779 - Grotta dell'Angelo

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta dell'Angelo
Nome principale sloveno
Numero catasto 4779
Numero catasto storico 5579VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110051 - Sgonico
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5065407,0
Longitudine Gauss-Boaga 2421427,0
Latitudine WGS-84 45° 44' 5,9564" (45,73498789)
Longitudine WGS-84 13° 43' 58,5656" (13,7329349)
Latitudine UTM WGS-84 5065384,2
Longitudine UTM WGS-84 401421,1
Quota ingresso 262
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 3
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 20
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 19
Dislivello totale 19
Quota fondo 243
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Si percorre la strada Sgonico-Sales e, giunti a Sales, si supera il primo bivio che s'incrocia rimanendo sulla strada principale. Dopo pochi metri da questo bivio s'imbocca, sulla sinistra, la prima carrareccia e la si segue fino alla fine dei campi coltivati. Da qui si prosegue altri 15m e si abbandona la carrareccia scavalcando un muretto a secco sito sulla destra. Dopo una ventina di metri, in una piccola depressione, s'apre la cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità Alcuni punti del tratto iniziale sono stati puntellati a causa del pericolo di crolli; sono stati, inoltre, eretti all'interno due muri di contenimento per materiali di riporto, materiale che è stato depositato anche in due piccole cavernette, riempiendole (punti 2 e 11 del rilievo).

Un breve pozzo conduce in una bassa galleria con il soffitto formato da pietre e blocchi; da qui, per mezzo di due pozzetti separati da una strettoia, un angusto passaggio porta in un'altra cavernetta ove si trova l'ingresso del pozzo maggiore. Sul fondo, lato N, s'apre un piccolo salto che porta ad una cavernetta, ora riempita da materiali di riporto, che non presenta visibili prosecuzioni.
Sul fondo del pozzo maggiore, due brevi saltini conducono alla massima profondità. In questo punto soffia una certa corrente d'aria ed è possibile che la grotta continui.

NOTA
All'interno della cavità (punto 3 del rilievo) sono venuti alla luce diversi cocci preistorici che, forse, si trovano anche in altri punti del tratto iniziale della cavità.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 13-08-1989