Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4776 - Pozzo presso Slivia

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo presso Slivia
Nome principale sloveno
Numero catasto 4776
Numero catasto storico 5576VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 109042 - Sistiana
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5068950,0
Longitudine Gauss-Boaga 2416076,0
Latitudine WGS-84 45° 45' 57,9086" (45,76608573)
Longitudine WGS-84 13° 39' 48,2987" (13,66341631)
Latitudine UTM WGS-84 5068927,2
Longitudine UTM WGS-84 396070,2
Quota ingresso 134
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 15
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 3
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 15
Dislivello totale 15
Quota fondo 119
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità s'apre a destra del sentiero che dalla strada Aurisina-Slivia conduce ad Aurisina (segnavia CAI), un centinaio di metri dall'inizio ed una trentina di metri all'interno. L'ingresso è stato aperto ai piedi di una delle tante banconate di calcare che caratterizzano l'area, in una zona di fitto sottobosco.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità è costituita da un unico pozzo impostato su una frattura che si sviluppa in direzione NNW-SSE. Un accenno di concrezioni è visibile sulle pareti a reggipoggio, verso il fondo, mentre quelle a franapoggio sono interessate da fenomeni d'erosione e corrosione.
Il fondo è chiuso da massi misti a terra.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 05-08-1989