Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4761 - Risorgiva a N di Cima Tola

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Risorgiva a N di Cima Tola
Nome principale sloveno
Numero catasto 4761
Numero catasto storico 2672FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Carniche
Provincia Pordenone
Comune Cimolais
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 047103 - Cima Il Gallinut
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5127560,0
Longitudine Gauss-Boaga 2321545,0
Latitudine WGS-84 46° 16' 20,6215" (46,27239485)
Longitudine WGS-84 12° 25' 27,4975" (12,42430485)
Latitudine UTM WGS-84 5127537,7
Longitudine UTM WGS-84 301541,8
Quota ingresso 1405
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso
Profondità pozzo d'accesso
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 252
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 88
Dislivello negativo
Dislivello totale 88
Quota fondo 1405
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Si percorre la SS251 e, al Km 91, si lascia la macchina e si prende il sentiero numero 203 che porta alla Casera Monte Cornetto (circa 2 ore). Da qui si prosegue per circa 10 minuti in direzione del Piano Grande e poi si seguono i segnavia che portano all'attacco della prima calata (che è di circa 5m). Fatta questa si scende una decina di metri per il bosco e da qui si effettua la seconda calata (circa 60m). Dalla base di questa si continua lungo un canalino sulla destra (guardando valle) e si giunge all'ingresso della grotta.
Descrizione dei vani interni della cavità L'ingresso, piuttosto ampio e con una sezione quadrata, dà accesso ad un antro che, dopo una quarantina di metri, si stringe ad imbuto; qui si sale sotto una cascatina di 2-3m e s'imbocca una galleria. Proseguendo, prima si trova una bella condotta freatica e poi un meandro piuttosto basso e allagato circa a metà. Passato questo, si torna in galleria fino ad arrivare ad un bivio. Di fronte troviamo un cunicoletto dal quale fuoriesce acqua; questo termina dopo una decina di metri in un sifone impraticabile. Girando a destra troviamo una galleria a sezione quadrata con un enorme crollo monolitico che ne ostruisce l'85%. Oltre si arriva alla zona fossile, caratterizzata da una serie di camini e meandri concrezionati per terminare alla base di un grande camino.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 16-07-1989