Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4729 - Grotta della Sala Bianca

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta della Sala Bianca
Nome principale sloveno
Numero catasto 4729
Numero catasto storico 5560VG
Numero totale ingressi 1

Scopritori
Data scoperta
Scopritore Prelli - Roberto
Gruppo scopritore CGEB - Commissione Grotte Eugenio Boegan

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Monrupino / Repentabor
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110062 - Monrupino
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5061653,9
Longitudine Gauss-Boaga 2428066,1
Latitudine WGS-84 45° 42' 7,6613" (45,70212813)
Longitudine WGS-84 13° 49' 8,2559" (13,81895997)
Latitudine UTM WGS-84 5061631,0
Longitudine UTM WGS-84 408060,0
Quota ingresso 321
Data esecuzione posizione 30-03-2011
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,5m x 0,5m
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 2
Autore posizione Germanis Roberto
Gruppo appartenenza AXXXO - Associazione XXX Ottobre
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 40
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 32
Dislivello totale 32
Quota fondo 289
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La cavità si trova sul fianco della dolinetta in cui s'apre la Fessura a N del Casello di Fernetti (1374\4323VG).
Descrizione dei vani interni della cavità Uno stretto pozzo di due metri immette in un P25 concrezionato che s'allarga dopo una decina di metri assumendo notevoli dimensioni. Alla sua base c'è un salto di pochi metri che permette di raggiungere la sala di fondo, occupata da un deposito di fango misto ad argilla e massi caduti dall'alto. A destra, scendendo, una colata calcitica permette di raggiungere un ramo in salita, notevolmente concrezionato, che termina dopo una ventina di metri sotto un camino ostruito da una frana cementata nella calcite.
Un ramo sottostante la galleria in salita lascia intravedere al suo fondo una qualche possibile prosecuzione.
Dalla sala del fondo si può raggiungere la base di un camino, reso viscido dalla presenza di limi che, forse, potrebbe essere in comunicazione con il meandro terminale della 1374\4323VG.
Rilievo Sezione - Effettuato in data: 08-04-1989
Foto
Data dello scatto: 30-03-2011

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Germanis Roberto

Gruppo di appartenenza: AXXXO - Associazione XXX Ottobre

Data dello scatto: 30-03-2011

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Germanis Roberto

Gruppo di appartenenza: AXXXO - Associazione XXX Ottobre