Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4722 - Grotta a 23m dall'Abisso Martel

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta a 23m dall'Abisso Martel
Nome principale sloveno
Numero catasto 4722
Numero catasto storico 5553VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110063 - Borgo Grotta Gigante
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5063523,9
Longitudine Gauss-Boaga 2423047,2
Latitudine WGS-84 45° 43' 5,7772" (45,71827145)
Longitudine WGS-84 13° 45' 14,8725" (13,75413124)
Latitudine UTM WGS-84 5063501,0
Longitudine UTM WGS-84 403041,2
Quota ingresso 260
Data esecuzione posizione 23-09-2004
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0,6m x 0,4m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 5
Autore posizione Sgambati Alessandro
Gruppo appartenenza ISP FOR - Ispettorato Ripartimentale Foreste
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 63
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 33
Dislivello totale 33
Quota fondo 227
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso Si
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso La grotta si trova sul lato E della dolina sita sul lato destro della strada che dalla stazione ferroviaria di Prosecco conduce a Borgo Grotta Gigante, 200m dopo il passaggio a livello. L'ingresso s'apre a 23m E dall'Abisso Martel (28\144VG).
Descrizione dei vani interni della cavità Dalla base del pozzo d'accesso si prosegue lungo una china di detriti pietrosi e di argilla che giunge in una sala finemente concrezionata sia da drappeggi parietali che da esili pendenti. In direzione W si risale una frana concrezionata che in alto termina con argilla e pietre.
In direzione N, dietro una colata, la grotta continua con una condottina che dà adito a tre possibilità: la prima è dritta di fronte (punto 10 del rilievo) e conduce, dopo circa 6m di meandro, ad un P5, inizialmente concrezionato e nella parte finale interessato da una fase di ringiovanimento.
La seconda è un camino (punto 8 del rilievo) che dà acceso ad una saletta che riconduce all'ambiente sottostante.
La terza è data daI due cunicoli che si dipartono sulla destra (punti 14 e 15 del rilievo).
Un cunicolo termina dopo pochi metri mentre l'altro (punto 15 del rilievo), lungo circa 4m, termina in una sala ampia 9 X 5m, la più bella della grotta, caratterizzata da una serie di splendide cannule.
Da qui si prosegue scendendo il P17 che termina in una saletta tutta concrezionata da scintillanti e turgide colate calcitiche.
Dalla sala si può anche proseguire nella direzione opposta scendendo in un ambiente franoso in leggera pendenza con il fondo in argilla asciutta. Sul fondo di questa, si diparte uno stretto cunicolo argilloso (punti 23 e 24 del rilievo) dove sono stati fatti dei tentativi di scavo senza però alcun risultato.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 03-08-1989
Foto
Data dello scatto: 06-03-2011

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Premiani Furio

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Data dello scatto: 06-03-2011

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Rupini Luciano

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto