Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4697 - Pozzo a NE del Poligono di Tiro

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo a NE del Poligono di Tiro
Nome principale sloveno
Numero catasto 4697
Numero catasto storico 5528VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Trieste
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110101 - Villa Opicina
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5060644,0
Longitudine Gauss-Boaga 2426974,0
Latitudine WGS-84 45° 41' 34,421" (45,69289471)
Longitudine WGS-84 13° 48' 18,4598" (13,80512772)
Latitudine UTM WGS-84 5060621,1
Longitudine UTM WGS-84 406967,9
Quota ingresso 307
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 23.5
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 25
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 27.5
Dislivello totale 27.5
Quota fondo 279.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Si percorre la strada che da Opicina porta a Fernetti e, oltrepassato il dosso dov'è situato l'ex poligono di tiro, si prosegue ancora per qualche centinaio di metri fino a che si raggiunge, sulla propria sinistra, l'imbocco di un'ampia strada in terra battuta. La si segue per qualche decina di metri, e, all'altezza di una curva a gomito si prosegue diritti per un breve tratto pianeggiante. Al termine di questo, si notano alcuni pini che crescono sul bordo di una piccolissima dolina nella quale si trova l'ingresso della cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità Un angusto cunicolo immette in un P23, inizialmente concrezionato e nel tratto finale, eroso. In questo tratto è necessario prestare attenzione alle numerose lame di roccia e pietre in equilibrio instabile. A 4m dal fondo, salendo per un'erta colata calcitica, si giunge in altri ambienti che, però, non portano ad alcuna prosecuzione.
Alla base del P23, occupata da detriti, s'apre una frattura che ben presto diviene impraticabile.
Nella cavità non si sente circolazione d'aria.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 10-12-1988