Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto regionale delle grotte del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 459 - Grotta a N di S. Croce

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta a N di S. Croce
Nome principale sloveno
Numero catasto 459
Numero catasto storico 858VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110054 - Santa Croce di Trieste
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5067004,8
Longitudine Gauss-Boaga 2418276,8
Latitudine WGS-84 45° 44' 56,076" (45,74891001)
Longitudine WGS-84 13° 41' 31,632" (13,69212)
Latitudine UTM WGS-84 5066982,0
Longitudine UTM WGS-84 398270,9
Quota ingresso 160
Data esecuzione posizione 23-01-2012
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 3 x 0,7
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso 2
Autore posizione Slama Paolo
Gruppo appartenenza AXXXO - Associazione XXX Ottobre
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 31
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 13.5
Dislivello totale 13.5
Quota fondo 146.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Descrizione dei vani interni della cavità La grotta si apre con una larga fenditura nel fianco di una piccola dolina e dopo pochi passi si giunge ad un pozzetto diviso in due da un blocco incastrato. Si scende poi, anche senza l'ausilio dell' attrezzatura, attraverso il vano posto alla destra, toccando un breve ripiano da cui la parete inizia a strapiombare. Con una discesa di pochi metri si tocca la sommità di un cono detritico che digrada in direzioni opposte verso due gallerie. La galleria ad Est è ricca di incrostazioni e vi si notano due grandi colonne, mentre l'opposta è più complessa per la presenza di una frana antica e di un pozzetto, al fondo del quale si trova uno scivolo argilloso dalla volta troppo bassa. Qui vi sono chiari segni di un'intensa attività idrica; il resto della cavità è del tutto senile.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 18-03-1958
Foto
Data dello scatto: 23-01-2012

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Germanis Roberto

Gruppo di appartenenza: AXXXO - Associazione XXX Ottobre

Data dello scatto: 23-01-2012

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Germanis Roberto

Gruppo di appartenenza: AXXXO - Associazione XXX Ottobre