Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4582 - Grotta di Monte Croce Carnico

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta di Monte Croce Carnico
Nome principale sloveno
Numero catasto 4582
Numero catasto storico 2583FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Alpi Carniche
Provincia Udine
Comune Paluzza
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 018163 - Passo di Monte Croce Carnico
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5162830,6
Longitudine Gauss-Boaga 2362917,3
Latitudine WGS-84 46° 36' 1,5747" (46,60043741)
Longitudine WGS-84 12° 56' 56,3644" (12,9489901)
Latitudine UTM WGS-84 5162807,0
Longitudine UTM WGS-84 342914,0
Quota ingresso 1508
Data esecuzione posizione 20-09-2020
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 0.5 x 0.5 m
Tipo ingresso Pozzetto
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Cabas Luca
Gruppo appartenenza GS BERT. - Gruppo Speleologico Bertarelli
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 600
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo 65
Dislivello negativo 75
Dislivello totale 140
Quota fondo 1433
Vincolo paesaggistico Non definito
Stato della cavità
Esplorazione in corso Si
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Dal passo Monte Croce Carnico per sentiero CAI segnavia n. 401 si risale fino a quota 1500m circa. Alla fine di una serie di brevi tornanti, alla base delle pareti di arrampicata vicino ad una rete parasassi, si trova l'ingresso della cavità da cui soffia una forte corrente d'aria. L'ingresso si raggiunge con breve arrampicata utilizzando alcune staffe e una corda fissa.
Descrizione dei vani interni della cavità Superati due passaggi malagevoli e franosi, si sbocca in un vasto ambiente con numerose diramazioni.
Verso E si può seguire un'ampia galleria ascendente. In corrispondenza di un'estesa frana ci sono più diramazioni fra le quali un ramo discendente che ritorna verso W e che comunica con un passaggio impraticabile con l'esterno, ed un cunicolo ventoso lungo una trentina di metri che s'interna verso NE. Verso N, con una risalita su una placca inclinata, si giunge in un grande ambiente in faglia, occupato per la maggior parte da grossi macigni; continuando verso N, con un'ulteriore arrampicata, si trova una fangosa galleria orizzontale con vari arrivi da destra. L'ultimo arrivo è quello che ha il maggior sviluppo.
Dalla caverna iniziale, percorrendo un breve tratto verso NW si può scendere un pozzetto che conduce ad un meandro: verso monte si collega con il ramo precedente, verso valle prosegue per un centinaio di metri fino a divenire impraticabile.

NOTA: la cavità è ancora in corso d'esplorazione e rilevamento da parte del Gruppo Triestino Speleologi.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 26-09-1987
Foto
Data dello scatto: 20-09-2020

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Luciani Andrea

Gruppo di appartenenza: GS BERT. - Gruppo Speleologico Bertarelli

Data dello scatto: 20-09-2020

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Luciani Andrea

Gruppo di appartenenza: GS BERT. - Gruppo Speleologico Bertarelli

Data dello scatto: 20-09-2020

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Luciani Andrea

Gruppo di appartenenza: GS BERT. - Gruppo Speleologico Bertarelli

Data dello scatto: 20-09-2020

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: Luciani Andrea

Gruppo di appartenenza: GS BERT. - Gruppo Speleologico Bertarelli