Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4501 - Pozzo a SW di Ceroglie

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Pozzo a SW di Ceroglie
Nome principale sloveno
Numero catasto 4501
Numero catasto storico 5460VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 109041 - Malchina
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5070957,8
Longitudine Gauss-Boaga 2413896,7
Latitudine WGS-84 45° 47' 1,756" (45,78382111)
Longitudine WGS-84 13° 38' 5,8477" (13,6349577)
Latitudine UTM WGS-84 5070935,0
Longitudine UTM WGS-84 393891,0
Quota ingresso 144
Data esecuzione posizione 16-10-2019
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1.5 x 0.5 m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 12.4
Autore posizione Grassi Roberto
Gruppo appartenenza FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 17
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 22.4
Dislivello totale 22.4
Quota fondo 121.6
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Si parte dal campo sportivo di Visogliano e si procede per la strada che porta a Ceroglie-Malchina. Prima di passare il tracciato del metanodotto si nota, sulla destra, una cabina dell'ENEL e, sulla sinistra, una strada asfaltata interdetta al traffico. Si procede su questa per circa 400m fino ad arrivare ad una curva ad "S" e quindi si prende, sulla sinistra, un sentiero ben tracciato in mezzo al bosco. Si continua per un'ottantina di metri e, in una radura pianeggiante, si trova l'ingresso della cavità.
Descrizione dei vani interni della cavità Il pozzo d'accesso, dopo i primi 5m, s'allarga in un'ampia frattura dalle pareti nude da qualsiasi tipo di concrezionamento. Alla base del pozzo, in direzione N, risalendo qualche metro in arrampicata, si nota un piccolo vano con un leggero concrezionamento in fase di disgregazione. In direzione S, invece, s'apre un salto che termina in una saletta con evidenti segni di erosione ad eccezione di un basso cunicolo che, in breve, diviene impraticabile. Il fondo è ricoperto da massi di crollo; una fessura impraticabile è l'unica possibile prosecuzione.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 23-04-1988
Foto
Data dello scatto: 16-10-2019

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: De Palo Gianni

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Data dello scatto: 16-10-2019

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: De Palo Gianni

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar

Data dello scatto: 16-10-2019

Tipo inquadratura: Esterno

Autore foto: De Palo Gianni

Gruppo di appartenenza: FLONDAR - Gruppo Speleologico Flondar