Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4482 - Grotta della Gavetta

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta della Gavetta
Nome principale sloveno Citina jama
Numero catasto 4482
Numero catasto storico 5441VG
Numero totale ingressi 2

Scopritori
Data scoperta 31-03-1988
Scopritore Rucavina - Paolo
Gruppo scopritore AXXXO - Associazione XXX Ottobre

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Duino-Aurisina / Devin - Nabrežina
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 109044 - San Giovanni al Timavo
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS differenziale
Latitudine Gauss-Boaga 5071998,9
Longitudine Gauss-Boaga 2412760,1
Latitudine WGS-84 45° 47' 34,8481" (45,79301336)
Longitudine WGS-84 13° 37' 12,3926" (13,62010906)
Latitudine UTM WGS-84 5071976,1
Longitudine UTM WGS-84 392754,4
Quota ingresso 276
Data esecuzione posizione 24-05-2015
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 2 x 1 m
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 5
Autore posizione Gerl Damjan
Gruppo appartenenza GRMADA - Športno društvo/Associazione Sportiva Grmada
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 75.2
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 22.5
Dislivello totale 22.5
Quota fondo 253.5
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Prosecuzioni inaccessibili
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Appartenente al complesso Sistema Pilone-Gavetta
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Da Medeazza si prosegue per la Strada n°167, che porta alla cava. Da qui la si abbandona per proseguire lungo il sentiero che si snoda a fianco dell'acquedotto, fino a giungere all'avvallamento tra quota 281 e Monte Cocco. A questo punto si lascia il sentiero (ometto), e ci si addentra nella boscaglia in linea retta, fino a giungere, dopo circa 50m, ai due pozzi d'accesso della cavità circondati da rovi e sterpaglia.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità, in parte naturale (il ramo discendente), ed in parte artificiale (i due rami superiori) faceva parte dell'estremo sistema difensivo austriaco nella nostra zona, durante la prima guerra mondiale.
Uno dei due pozzi d'accesso, quello di 3,5m, è facilmente discendibile per un ripido, ma breve, declivio sito sulla sua parete sinistra. Alla sua base, in direzione Nord, si apre una galleria artificiale di ridotte dimensioni, che prosegue per circa 5m, fino a dividersi in due rami ciechi, pure artificiali, di 8m.
La naturale prosecuzione della cavità si trova in direzione SE, sempre alla base del pozzo d'accesso di 3,5m, dove una breve strettoia mette in comunicazione le basi dei due pozzi.
Passata la strettoia (cavernetta sulla sinistra), l'ambiente si allarga notevolmente e la discesa è agevolata dalla presenza di comodi scalini posti sulla destra. Dopo pochi metri ci si trova sulla sommità del primo dei due ambienti adattati a ricovero (gradini sulla destra. A questo segue il secondo, di dimensioni minori, con volta riccamente concrezionata e caratterizzato da una colonna che si erge nella sua parte sinistra.
La cavità prosegue con un lieve cambiamento di direzione verso sinistra. Si può scendere sempre mediante la gradinata fino al fondo. Anche qui la cavità è ben concrezionata e sono presenti due cavernette che si aprono tra i massi del fondo

NOTA:
Verso la fine del ramo Est, (in prossimità del punto contrassegnato dal n°1 nel rilievo), la cavità si collega con la Grotta del Pilone (3092/5020VG), mediante un pertugio non transitabile, aperto da G. Zanini (CGEB) nell'estate del 1998,e precisamente con il camino indicato dal punto "B" nel rilievo della Grotta del Pilone.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 27-03-1988
Foto
Data dello scatto: 24-05-2015

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Šuligoj Danijel

Gruppo di appartenenza: GRMADA - Športno društvo/Associazione Sportiva Grmada

Descrizione inquadratura: Ingresso 2
Tipo inquadratura: Interno

Autore foto: Non specificato

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Non specificato

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Tipo inquadratura: Interno

Autore foto: Non specificato

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Data dello scatto: 24-05-2015

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Šuligoj Danijel

Gruppo di appartenenza: GRMADA - Športno društvo/Associazione Sportiva Grmada

Descrizione inquadratura: Targhetta ingresso 2
Data dello scatto: 24-05-2015

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Šuligoj Danijel

Gruppo di appartenenza: GRMADA - Športno društvo/Associazione Sportiva Grmada

Descrizione inquadratura: Ingresso 1
Data dello scatto: 24-05-2015

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Šuligoj Danijel

Gruppo di appartenenza: GRMADA - Športno društvo/Associazione Sportiva Grmada

Descrizione inquadratura: Ingresso 1
Data dello scatto: 24-05-2015

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Šuligoj Danijel

Gruppo di appartenenza: GRMADA - Športno društvo/Associazione Sportiva Grmada

Descrizione inquadratura: Targhetta ingresso 1
Data dello scatto: 24-05-2015

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Šuligoj Danijel

Gruppo di appartenenza: GRMADA - Športno društvo/Associazione Sportiva Grmada

Descrizione inquadratura: Ingresso 2
Tipo inquadratura: Ingresso

Descrizione inquadratura: 2° ingresso