Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4425 - Grotta della Scala

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta della Scala
Nome principale sloveno
Numero catasto 4425
Numero catasto storico 2478FR
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta No
Area geografica Prealpi Carniche
Provincia Pordenone
Comune Claut
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 047123 - Forcella Clautana
Tipo posizione
Metodo rilevamento GRAFICO -> Riconoscimento su carta
Latitudine Gauss-Boaga 5124960,0
Longitudine Gauss-Boaga 2334590,0
Latitudine WGS-84 46° 15' 9,7263" (46,25270176)
Longitudine WGS-84 12° 35' 40,1018" (12,59447271)
Latitudine UTM WGS-84 5124937,6
Longitudine UTM WGS-84 314586,5
Quota ingresso 1582
Data esecuzione posizione
Affidabilità posizione Corretto
Stato ingresso
Dimensione stimata ingresso
Tipo ingresso Pozzo
Profondità pozzo d'accesso 7.4
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 3.9
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 7.4
Dislivello totale 7.4
Quota fondo 1574.6
Vincolo paesaggistico
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni Segnalate prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso Si parte da Casera Colciavas e ci si dirige verso i ruderi della Casera Baldas; giunti a quota 1545 si prosegue verso E e prima d'arrivare a quota 1573 si prende una traccia aperta tra i mughi. Questa porta, in breve, all'ingresso della Grotta del frigo (sigla1C - 4424\2477FR) e quindi, qualche metro a destra, all'ingresso della cavità in questione.
Descrizione dei vani interni della cavità La cavità è costituita da unico pozzo chiuso sul fondo da un cumulo di neve dal quale spuntano i resti di una scala di legno ed altri trochi scolpiti ma di difficile lettura.
NOTA
Secondo notizie raccolte in paese trattasi di un pozzo dove le donne, usando una lunga scala di legno, scendevano per procurarsi la neve che veniva sciolta per abbeverare il bestiame. Le notizie parlavano di un pozzo profondo 20m, attualmente la profondità è inferiore e ciò, probabilmente, è dovuto al fatto che da tempo l'attività d'estrazione della neve non esiste più.
Rilievo Completo - Effettuato in data: 05-08-1987